menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciao ciao Palermo: nel 2015 quasi 3.500 persone hanno lasciato la città

E' il dato più importante che viene fuori dal report dell'annuario di Statistica del Comune. L’età media delle persone che hanno lasciato Palermo è di 34,6 anni

A  Palermo,  nel  2015, si  sono  registrate 12.727 cancellazioni dall’anagrafe per  trasferimento  verso  altri comuni italiani o verso l’estero. Nello stesso periodo si sono registrate 9.398 iscrizioni, determinando così un saldo migratorio negativo di 3.329 unità. E' il dato più importante che viene fuori dal report dell'annuario di Statistica del Comune di Palermo diretto da Girolamo D'Anneo.

Ecco altri dati: rispetto  al 2014,  quando  il  saldo  era  risultato  negativo  di  1.968  unità,  il  numero  di  immigrati  è  diminuito del 10,8%, mentre il numero di emigrati è cresciuto dell’1,8%. L’età media delle persone che nel 2015 hanno lasciato Palermo è di 34,6 anni, mentre quella delle persone che si sono trasferite a Palermo è di 33,9 anni. La distribuzione per età degli emigrati e degli immigrati segue un andamento bimodale, con un primo picco che  riguarda  i  bambini nei  primi  anni  di  età,  e  un  secondo  piccopiù  alto che  riguarda  la  fascia  di età compresa fra i 25 e i 40 anni. Appare  evidente  che  il  significativo  numero  di  bambini  che  emigrano  è indice  di  intere famiglie  che spostano  la propria residenza, come  confermato  anche  dalla  forte  concentrazione  di  emigrati  nella  fascia fra i 25 e  i 40 anni. 

1 – Distribuzione per età del totale degli immigrati ed emigrati nel 2015
Approfondendo l’analisi sulla destinazione degli emigrati, emerge che il 18,1%  delle  persone  che  si  sono cancellate dall’anagrafe nel 2015 si è trasferito all’estero, il 31,1%  ha  varcato  lo  Stretto  di  Messina  per andare a vivere in un’altra regione italiana, il 9,2%  si è  diretto verso altre  province  siciliane, mentre  ben il 41,6% non ha varcato i confini della Provincia di Palermo.

2 – Emigrati nel 2015 per destinazione

Analogamente, approfondendo l’analisi sull’origine degli immigrati, emerge che il 17% delle persone che si sono iscritte in anagrafe proviene dall’estero, il 20,6%  da  altre  regioni  italiane,  il 13,8%  da  altre  province siciliane e ben il 48,6% si è spostato da un comune della Provincia di Palermo.

3 – Immigrati nel 2015 per provenienza
L’analisi del movimento migratorio per origine e destinazione fa emergere consistenti flussi in entrata e in uscita da e verso i comuni della Provincia di Palermo, tali da meritare un ulteriore approfondimento.Come  già accennato, nel 2015 il 41,6%  degli emigrati, pari a 5.291 persone, ha lasciato la Città di Palermo per trasferirsi in uno dei comuni della Provincia di Palermo, e il 48,6% degli immigrati, pari a 4.572 persone, ha  lasciato  un  comune  della  Provincia  per  trasferirsi  a  Palermo.  Il  saldo  migratorio  con  i  comuni  della Provincia è negativo (ovvero gli emigrati sono più degli immigrati) per 719 unità. Rispetto al 2014, quando il saldo era negativoper 362 unità, si è registrata una diminuzione del 3,2% degli emigrati  verso  la  Provincia  (passati  da 5.464 a 5.291)  e  una  diminuzione  del 10,4%  degli  immigrati  dalla Provincia (passati da 5.102 a 4.572). Con  riferimento  alle  cancellazioni,  nei  primi sei mesi del  2015  i  flussi  più  consistenti  si  sono  diretti  verso i comuni  di  Carini  (17,8%  del  totale  degli  emigrati  verso  un  comune  della  Provincia  di  Palermo),  Monreale (12,8%), Bagheria (7,4%), Villabate (7,2%), Misilmeri (6,6%) Ficarazzi (6,4%), e Capaci (4,8%).

4 – Immigrati ed emigrati da/verso i Comuni della Provincia di Palermo nel 2015

L’età media delle persone che hanno lasciato Palermo per uno dei comuni della Provincia è pari a 36,5anni. La distribuzione per età, analogamente a quanto già osservato per il totale degli emigrati e degli immigrati,evidenzia  un  andamento  bimodale,  con  un  primo  picco  che  riguarda  i  bambini  nei  primi  anni  di  età,  e  un secondo picco più alto che riguarda la fascia di età compresa fra i 25 e i 44 anni. L’età media delle personeche si sono iscritte a Palermo lasciando uno dei comuni della Provincia è  pari a 34,7 anni.  Anche  in  questo  caso  la  distribuzione  per età  evidenzia  un  andamento  bimodale,  con  un  primo picco che riguarda i bambini nei primi anni di età, e un secondo picco più alto che riguarda la fascia di età compresa fra i 25 e i 44anni. 

5 – Distribuzione per età degli immigrati ed emigrati da/verso i Comuni della Provincia di Palermo nel 2015

I  numeri  sopra  illustrati  lasciano  ipotizzare  la  contestuale presenza  di  un  fenomeno  di  deurbanizzazione, che  spinge  le  persone  ad  abbandonare  la  città  per  insediarsi  nei  comuni  limitrofi,  e  di  un  fenomeno  di urbanizzazione, che spinge le persone ad abbandonare i comuni limitrofi per insediarsi in città.E’ interessante  rilevare,  infine,  che  dei 4.572 immigrati  provenienti  dai  comuni  della  Provincia,  ben 3.714 (pari all’81,2%) sono nati a Palermo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento