rotate-mobile
Cronaca Via Matteo Bonello

Nubifragio a Palermo, esonda il Papireto e si allaga il centro: interviene l'Esercito

Notevoli disagi in via Bonello. Nuclei ricognizione del quarto Reggimento Genio sono entrati in azione ieri sera per la valutazione delle prime azioni d'urgenza a protezione delle abitazioni e delle attività commerciali. Situazione critica in provincia, frana a Cefalù

Il nubifragio che si è abbattuto sulla Sicilia ha messo in ginocchio anche Palermo ed è scattato l'intervento dell'Esercito. Nuclei ricognizione del quarto Reggimento Genio sono entrati in azione ieri sera per la valutazione delle prime azioni d'urgenza in città e in provincia a causa della eccezionale ondata di maltempo, a protezione delle abitazioni e delle attività commerciali.

Nelle scorse ore l'Esercito è intervenuto al Papireto dove sono stati segnalati numerosi disagi, con il canale ostruito e l'acqua che si è riversata sulla carreggiata. Diverse strade del centro si sono allagate. C'è stato anche un sopralluogo dei tecnici del Comune, che hanno richiesto l'intervento dei mezzi dell'Esercito. L'Amap ha pulito le caditoie per far defluire l'acqua. "Le nostre squadre di pronto intervento - afferma l'Amministratore Unico di Amap Alessandro Di Martino - già allertate come di consueto in presenza di preavviso di rischio idrogeologico da parte della Protezione Civile, ieri sera e oggi si sono rese immediatamente disponibili agli interventi richiesti dall'Esercito. Ovviamente, qualora da parte della Regione o delle sue strutture operative dovessero giungere ulteriori richieste di supporto, faremo tutto quanto possibilie per ridurre i disagi per i cittadini ed eliminare condizioni di pericolo, nello spirito di servizio alla comunità che anima l'azione dell'azienda". Situazione più grave in via Matteo Bonello, in zona Cattedrale, dove l'Esercito è intervenuto per scongiurare il rischio allagamento in diverse abitazioni. 

Sempre ieri sera alla Protezione civile regionale è arrivata la segnalazione di una frana sulla statale 113 nei pressi dell'uscita di Cefalù. In azione diverse squadre per sgomberarla. Nel Palermitano ci sono altre situazioni critiche. A Mezzojuso è stata chiusa la strada in contrada Cardonera perché il manto stradale si è sbriciolato in diversi punti. Tre le frane che si sono aperte nelle zona tra Cefalà Diana e Godrano. Un nuovo smottamento anche sulla strada provinciale 26 interessata da alcuni cedimenti dell'asfalto. Chiusa la strada Bagni tra Cefala Diana e Cannitello in territorio di Godrano. Altra frana sulla statale 113 nella zona di Molara a Termini Imerese.

264314294_461505952027341_3196007619717237294_n-2Per quanto riguarda invece la città, disagi ovunque a Palermo da via Lincoln, dove la furia dell'acqua ha scoperchiato un tombino, a via Michelangelo dove la strada si è allagata e via Francesco Crispi, dove stamattina sono "affiorate" diverse buche a causa del maltempo. Nella notte un cratere si è aperto in via Messina Marine e diverse auto ci sono finite dentro. La voragine non è stata segnalata e a farne le spese sono stati diversi automobilisti. Tragedia sfiorata in piazza Kalsa: il vento e l'acqua hanno sradicato un albero e un palo della luce distruggendo auto.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nubifragio a Palermo, esonda il Papireto e si allaga il centro: interviene l'Esercito

PalermoToday è in caricamento