Dopo anni di "vuoto" la Rap ha di nuovo un direttore generale: nominato Roberto Li Causi

Si è conclusa la procedura concorsuale aperta lo scorso febbraio: 27 le candidature arrivate e analizzate da una commissione esterna. Il primo bando, che risale al 2017, fu revocato. L'amministratore delegato Norata: "Anche questo tassello viene composto nell’ottica di completare l’assetto della nuova società"

Roberto Li Causi

Roberto Li Causi è il direttore generale della Rap. A nominarlo, con una determina datata 23 settembre, è stato l'amministratore delegato Giuseppe Norata: “Dopo la nomina del consiglio di amministrazione viene adesso definita la procedura concorsuale per il direttore generale. Finalmente dopo anni di 'vacatio' anche questo tassello viene composto nell’ottica di completare l’assetto della nuova Rap”. La procedura concorsuale è stata seguita da una commissione esterna, composta da figure universitarie di alto profilo, che ha analizzato le 27 candidature pervenute, consegnando all’amministratore unico una rosa di cinque nominativi ritenuti idonei a ricoprire il ruolo ricercato.

La Rap cerca un direttore generale: stipendio da 115 mila euro

Dopo la verifica formale curata dall’Area risorse umane dell'azienda per eventuali incompatibilità, nonché gli adempimenti di rito (comunicazioni formali al candidato con ricezione della sua accettazione, sottoscrizione del relativo contratto), Li Causi potrà assumere l'incarico.

Chi è Roberto Li Causi

Laureato in Giurisprudenza e in economia ha iniziato la propria attività professionale in uno studio legale tributario a Milano e, successivamente, ha svolto il ruolo di direttore amministrativo in un Ato Rifiuti della Sicilia. Lo stesso ha acquisito, nell’ambito della propria attività lavorativa, specifica competenza nel campo della gestione integrata dei rifiuti - anche con riferimento alla gestione impiantistica - nonché nell’ambito della normativa sui servizi pubblici essenziali aventi rilevanza economica e sulla normativa dei contratti pubblici. Dal 2011, per circa sette anni, ha prestato la propria attività lavorativa nella struttura emergenziale in Sicilia operando a stretto contatto con il Commissario per l’emergenza rifiuti, con il Dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti e con il ministero dell’Ambiente, contribuendo - con ruoli di specifico rilievo - alla realizzazione, tra l’altro, della sesta vasca e del Tmb di Bellolampo nonché del progetto sulla raccolta differenziata nel Comune di Palermo. Dal 2018 ha assunto il ruolo di direttore dell’area amministrativa nell’autorità di regolamentazione dei rifiuti nell’Area metropolitana di Palermo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

Torna su
PalermoToday è in caricamento