rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Carini

Corleone e Carini, la Cgil nomina i due nuovi responsabili delle Camere del lavoro

Si tratta di Caterina Pollichino, già dipendente dell'Inca di Corleone, e di Matteo Savasta, operaio Fincantieri iscritto alla Fiom nel 2001. Il segretario Ridulfo: "Percorso di rinnovamento per rafforzare la presenza della Cgil in due aree importanti"

Caterina Pollichino e Matteo Savasta saranno i due nuovi responsabili alle Camere del lavoro di Corleone e Carini. Sono le nomine decise dalla Cgil Palermo che, stando alle parole del segretario Mario Ridulfo, punta a proseguire un "percorso di rinnovamento nell’obiettivo di rafforzare la presenza della Cgil in due aree importanti della nostra provincia".

A guidare la Camera del lavoro "Placido Rizzotto" di Corleone ci sarà Caterina Pollichino, 39 anni, dipendente all'Inca di Corleone, da dieci anni componente della segreteria provinciale Anpi Palermo "Comandante Barbato". Sostituisce Cosimo Lo Sciuto, entrato a far parte della segreteria provinciale della Fillea Cgil. Il nuovo responsabile della Camera del lavoro di Carini è Matteo Savasta, 48 anni, operaio Fincantieri, tra le fila della Fiom già dal 2001. Subentra a Rosario Tomaselli, diventato responsabile Lega dello Spi a Cruillas.

Due le aree d’interesse: "Una è quella del Corleonese, con le contraddizioni degli effetti dello spopolamento che caratterizza diverse nostre aree intere. Si tratta di una realtà - afferma il segretario Ridulfo - dove la Cgil è fortemente impegnata anche sul fronte antimafia e per le battaglie per lo sviluppo economico e per le infrastrutture materiali e immateriali di cui il territorio ha bisogno. L’altra è la zona di Carini, inserita in un contesto di sviluppo diverso, sia in termini demografici che di tessuto produttivo, in quanto è l'area dove ricadono l’aeroporto internazionale di Palermo, la zona industriale di Carini e il centro Rimed, tutte realtà che richiedono una costante e consistente attenzione".

"Mi inorgoglisce ricoprire questo ruolo, è un grande onore - dichiara Caterina Pollichino - per me che provengo dall’Anpi Palermo, l’associazione partigiana guidata da Ottavio Terranova. Il nostro impegno alla Camera del lavoro procederà per contribuire al cambiamento della nostra realtà e per riempire di senso la parola sindacato. Al sindacato, e alla Cgil e alla Fiom in particolare, ho dedicato la mia tesi di laurea in Scienze politiche, maturando consapevolezza civile e la conoscenza del ruolo del sindacato. Le Camere del lavoro sono istituzioni sacre, amo definirle le sentinelle di democrazia".

"Un compito impegnativo - aggiunge  Matteo Savasta - che cercherò di portare avanti nel modo migliore possibile, sulla scia del lavoro di chi mi ha preceduto e anche di mio padre Cosimo Savasta, già responsabile Spi di questa Camera del Lavoro. Carini, con i suoi 40 mila abitanti è ormai una città e la nostra sede aspira a crescere e a diventare centro zona per rispondere meglio alle esigenze degli abitanti e diventare punto di riferimento per i lavoratori e le lavoratrici dell’industria e dell’aeroporto, le due grandi realtà produttive che gravano nella zona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corleone e Carini, la Cgil nomina i due nuovi responsabili delle Camere del lavoro

PalermoToday è in caricamento