rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sanità

Policlinico, affidato al dottore Argano il reparto di Cardiochirurgia

Ha 64 anni, si è laureato a Palermo e specializzato a Padova con il professore Vincenzo Gallucci. Poi la formazione in Inghilterra e in Galles. A nominarlo il commissario Caltagirone al termine delle procedure del concorso: "La sua professionalità e le sue competenze altamente specialistiche saranno ben riposte"

Sarà il dottore Vincenzo Argano, 64 anni il nuovo direttore della cardiochirurgia dell’ospedale Policlinico. La nomina è stata deliberata dal commissario straordinario Alessandro Caltagirone al termine del concorso. "Sono certo - sottolinea Alessandro Caltagirone - che la professionalità acquisita nel corso degli anni sarà ben riposta nelle attività del Policlinico che già da alcuni anni risentono delle sue competenze altamente specialistiche. Una visione, quella orientata a favorire il trattamento di patologie complesse, in linea con l’obiettivo che ci siamo posti di implementare sempre più gli interventi chirurgici delicati e salva vita. Ciò ha ancora più valore oggi in cui è pressante l’esigenza di riprendere a pieno l’assistenza per i pazienti no Covid. Tra questi vi sono certamente quelli affetti da patologie cardiache per i quali l’esigenza di poter contare su interventi programmati e programmabili è fondamentale".

Dopo la laurea in Medicina e chirurgia presso l’Università di Palermo nel 1982, Argano (foto allegata) si è specializzato in Cardio-angio chirurgia presso l’Università di Padova con il professore Vincenzo Gallucci. Nel 1985 si è trasferito in Gran Bretagna per proseguire la sua formazione chirurgica e qualificarsi nel 1991 come specialista in chirurgia generale presso la scuola di specializzazione di Glasgow e nel 1997 come specialista in Chirurgia cardiaca e toracica presso Intercollegiate Specialty Board di Londra.

Vincenzo Argano-2

La sua formazione professionale si sviluppa a Londra con i maggiori esperti britannici in Chirurgia cardiaca (Ross, Yacoub e Wright) e in Chirurgia toracica (Goldstraw e Dusseck) riconosciuti esperti internazionali. Raggiunge il primariato a 39 39 anni nel reparto di Chirurgia cardiaca e toracica dell’ospedale universitario di Morriston a Swansea e come referente dello Specialty advisory committee del Royal college of surgeon Britannico guida la scuola di specializzazione in Chirurgia cardiaca e toracica in Galles dal 2002 al 2006. Nel 2007 rientra a Palermo, per dirigere il dipartimento Cardio-toraco-vascolare del Maria Eleonora Hospital-Gvm group e successivamente per guidare la ripresa del reparto di cardiochirurgia del Policlinico universitario di Palermo, dopo il trasferimento del professore Ruvolo a Roma.
 
La sua esperienza professionale con i maggiori esperti internazionali gli ha consentito di ottenere tra i migliori risultati chirurgici in Gran Bretagna, riconosciuti dalla Società nazionale britannica di Chirurgia cardiaca e toracica, e in Italia, riconosciuti da Agenas. Gli oltre diecimila interventi effettuati nella sua carriera professionale gli hanno permesso di acquisire una notevole esperienza nel trattamento chirurgico tradizionale e mininvasivo delle patologie coronariche, della valvola aortica e della valvola mitralica, principalmente riparativa. Particolarmente significativa la sua esperienza nella chirurgia dell’aorta toracica e toraco-addominale che ha perfezionato lavorando con i maggiori esperti internazionali come il professore Yacoub in Gran Bretagna, il professore David in Canada e il professerò Coselli negli Usa Dal 2010 ha accumulato anche una notevole esperienza nella chirurgia percutanea per trattamenti endovascolari.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Policlinico, affidato al dottore Argano il reparto di Cardiochirurgia

PalermoToday è in caricamento