Ersu, nominato il Consiglio d'amministrazione: Giuseppe Di Miceli presidente

Resteranno in carica per i prossimi quattro anni. A firmare il decreto l’assessore regionale all’Istruzione e alla formazione Roberto Lagalla: "Primi obiettivi posti letto e borse di studio"

 Nominati il Consiglio di amministrazione, composto da un rappresentante dei docenti universitari e tre eletti fra gli studenti universitari, e il presidente dell'Ersu. "Da oggi - dichiara Lagalla – gli Enti regionali per il diritto allo studio universitario potranno proseguire la regolare attività nel pieno delle loro funzioni. A questi ultimi e, in particolare, ai nuovi presidenti, ai quali è affidata la maggiore responsabilità dell’ente, auguro buon lavoro, dichiarandomi certo che si potrà operare sinergicamente e proficuamente per garantire pari opportunità nell’accesso agli studi e sempre maggiore qualità dei servizi resi agli studenti". 

Il Consiglio di amministrazione dell’Ersu di Palermo sarà composto dal presidente Giuseppe Di Miceli, da Antonella Sciortino, rappresentante dei professori universitari, da Adelaide Carista, Giorgio Gennusa ed Emanuele Nasello, eletti in qualità dei rappresentanti degli studenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta - continua l'assessore - di un momento delicato e particolarmente significativo della storia del diritto allo studio in Sicilia e mi aspetto quindi grande attenzione e sensibilità verso le problematiche sollecitate dagli studenti, soprattutto nell’ultimo periodo. Una prima emergenza sulla quale occorrerà lavorare sin da subito è sicuramente quella della residenzialità, per aumentare la disponibilità di posti letto e, a riguardo, a partire dal 2020 la Regione Siciliana potrà disporre di somme da destinare all’edilizia universitaria. Inoltre, sarà necessario cooperare per sollecitare il governo nazionale al fine di ottenere un incremento del finanziamento normalmente destinato al funzionamento degli enti, tale da permetterci di aumentare il numero di borse di studio per supportare ulteriormente gli studenti meritevoli che si trovano in condizioni di disagio economico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

  • Mercatini, spiagge e pulizia delle strade: ecco il lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza

Torna su
PalermoToday è in caricamento