menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto archivio

foto archivio

Ballarò, gli gettano un petardo nei jeans: nigeriano aggredito dal branco

Sul posto sono intervenute le forze dell'ordine e gli operatori del 118, che lo hanno condotto all'ospedale Civico. Per il malcapitato, che non ha un lavoro fisso e si arrangia con piccoli lavoretti o chiedendo l'elemosina, ustioni di secondo grado alle cosce e i genitali

Notte da incubo per un giovane nigeriano che vive a Palermo, vittima di una brutale aggressione. L’episodio, riportato dall’edizione locale de “La Repubblica” è avvenuta nella notte di San Silvestro a pochi passi da Casa Professa, nel centro storico della città.

Il malcapitato era con alcuni connazionali quando è stato preso di mira dal “branco”. È stato avvicinato e immobilizzato, poi gli hanno gettato un petardo dentro i pantaloni. Un’aggressione tanto rapida quando violenta. Sul posto sono intervenute le forze dell’ordine e gli operatori del 118, che lo hanno condotto all’ospedale Civico. Per il malcapitato, che non ha un lavoro fisso e si arrangia con piccoli lavoretti o chiedendo l’elemosina, ustioni di secondo grado alle cosce e i genitali.

“Da qualche ora — racconta a La Repubblica Mohammed, connazionale del ragazzo aggredito — il solito branco di bulli aveva iniziato a fare scoppiare i petardi nel quartiere. Poi hanno preso di mira quel ragazzo. Quando sono intervenuto per difenderlo era già troppo tardi. Il petardo era già scoppiato, lui urlava per il dolore. Loro ridevano. Quando si sono allontanati, gli ho chiesto di abbassarsi i pantaloni e di mostrarmi le ferite. Aveva le gambe bruciate. Ho chiamato l’ambulanza, anche se lui non voleva”.

L’incidente, secondo quanto racconta il testimone, è avvenuto quando la piazza era ancora gremita di persone eppure nessuno è intervenuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento