menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Niente botti di fine anno a Palermo: Orlando firma il divieto

Il sindaco spiega: "Si tratta di un provvedimento volto a tutelare l'incolumità pubblica e la tranquillità cittadina, e che salvaguarda anziani, bambini, persone cardiopatiche e animali domestici". Multe fino a 500 euro

A partire da domani e sino al primo gennaio 2020 saranno vietati su tutto il territorio comunale l'accensione, il lancio e sparo di fuochi d'artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari. Lo ha stabilito il primo cittadino Leoluca Orlando con un'ordinanza sindacale (la numero 287 del 30/12/2019). 

"In questo periodo dell'anno - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - è sempre in drastico aumento il bilancio degli infortuni, anche di grave entità, provocato dall'uso sconsiderato di petardi, botti e artifici pirotecnici per festeggiare l'ultimo dell'anno. Faccio appello a tutti i cittadini palermitani perché riconoscano la pericolosità dei 'botti' per sé e per gli altri e lo stress che essi provocano su anziani, bambini, soggetti cardiopatici e animali domestici. Da qui la necessità di questo provvedimento, volto a tutelare l'incolumità pubblica e la tranquillità cittadina".  

La violazione dell'ordinanza comporterà l'applicazione di sanzioni amministrative di importo compreso da 25 a 500 euro, il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato o illecitamente detenuto e la successiva confisca, "fatte salve - dicono dal Comune - eventuali e ulteriori sanzioni penali e amministrative disposte dalla Legge 689/1981. Il testo dell'ordinanza è reperibile sul sito istituzionale del Comune alla voce albo pretorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento