Niente botti di fine anno a Palermo: Orlando firma il divieto

Il sindaco spiega: "Si tratta di un provvedimento volto a tutelare l'incolumità pubblica e la tranquillità cittadina, e che salvaguarda anziani, bambini, persone cardiopatiche e animali domestici". Multe fino a 500 euro

A partire da domani e sino al primo gennaio 2020 saranno vietati su tutto il territorio comunale l'accensione, il lancio e sparo di fuochi d'artificio, mortaretti, petardi, bombette e oggetti similari. Lo ha stabilito il primo cittadino Leoluca Orlando con un'ordinanza sindacale (la numero 287 del 30/12/2019). 

"In questo periodo dell'anno - ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando - è sempre in drastico aumento il bilancio degli infortuni, anche di grave entità, provocato dall'uso sconsiderato di petardi, botti e artifici pirotecnici per festeggiare l'ultimo dell'anno. Faccio appello a tutti i cittadini palermitani perché riconoscano la pericolosità dei 'botti' per sé e per gli altri e lo stress che essi provocano su anziani, bambini, soggetti cardiopatici e animali domestici. Da qui la necessità di questo provvedimento, volto a tutelare l'incolumità pubblica e la tranquillità cittadina".  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La violazione dell'ordinanza comporterà l'applicazione di sanzioni amministrative di importo compreso da 25 a 500 euro, il sequestro del materiale pirotecnico utilizzato o illecitamente detenuto e la successiva confisca, "fatte salve - dicono dal Comune - eventuali e ulteriori sanzioni penali e amministrative disposte dalla Legge 689/1981. Il testo dell'ordinanza è reperibile sul sito istituzionale del Comune alla voce albo pretorio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento