Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Sequestrati 200 chili di "neonata" a Tusa: multa di 12 mila euro per 3 palermitani

La banda è stata bloccata dai carabinieri con nove secchi (valore commerciale di circa 4 mila euro) dopo un lungo servizio di appostamento nell'ambito di un'attività di controllo del territorio costiero

Sono stati inchiodati dopo un lungo appostamento. Maxi sequestro di neonata per tre palermitani, sorpresi dai carabinieri a Castel di Tusa. La banda è stata bloccata con nove secchi contenenti circa 200 chili di pescato, dal valore commerciale di circa 4 mila euro. Si tratta di un prodotto ittico di cui è vietata la pesca e quindi la detenzione, il trasporto, la commercializzazione e la somministrazione. I militari sono intervenuti durante un'attività di controllo del territorio costiero. I palermitani sono stati individuati in contrada Tonnara.

A insospettire i carabinieri della stazione di Tusa - intervenuti col personale del distaccamento della capitaneria di porto di Santo Stefano di Camastra - è stato un insolito e continuo movimento in mare di piccole imbarcazioni che facevano avanti e indietro da un peschereccio ormeggiato al largo. I carabinieri si sono appostati in un anfratto e poi sono entrati in azione per fermare e sanzionare amministrativamente i tre palermitani per violazioni inerenti alla pesca del “novellame”. La multa ammonta a 12 mila euro.

A seguito di un controllo medico veterinario, che ha certificato l’idoneità al consumo umano, la "neonata" è stata devoluta alla missione Speranza e Carità di Palermo, del missionario laico Biagio Conte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati 200 chili di "neonata" a Tusa: multa di 12 mila euro per 3 palermitani

PalermoToday è in caricamento