Cronaca

"Neonata" servita al ristorante e venduta in pescheria, scattano multe e sequestri

Commercianti nel mirino: sanzioni per 27 mila euro. In azione gli uomini della capitaneria di porto e i carabinieri. I controlli sono stati effettuati nella zona della Fiera del Mediterraneo e via Libertà. Sequestrati 25 chili di novellame

Gli uomini della capitaneria di porto e i carabinieri hanno multato i titolari di due pescherie e un ristorante nella zona della Fiera del Mediterraneo e via
Libertà dove veniva servita la "neonata", ovvero il novellame di sarda, che non può essere pescata e commercializzata. Per i commercianti sono scattate multe per 27 mila euro, mentre sono stati sequestrati 25 chili di novellame.

Le operazioni sono scattate nell'ambito delle attività di controllo sulla filiera del pescato e sulla sicurezza alimentare, che hanno coinvolto i militari della guardia costiera di Palermo e i carabinieri della compagnia San Lorenzo. "Nelle due pescherie e nel ristorante che sono stati controllati (i nomi non sono stati forniti, ndr) sono state riscontrate numerose irregolarità - spiegano le forze dell'ordine - principalmente riconducibili alla detenzione e commercializzazione di prodotti ittici sottomisura, tra cui la cosiddetta “neonata”, nonché alla mancata tracciabilità ed etichettatura degli alimenti. Oltre ai 25 chili di novellame di sarda sono stati sequestrati 30 chili di prodotti ittici vari.

Di tutto il prodotto sottoposto a sequestro, soltanto la "neonata" è stato dichiarata idonea al consumo alimentare umano. Dopo i controlli dei veterinari i 25 chili di novellame sono stati dati in beneficenza all’istituto onlus Boccone del Povero in via Pindemonte. Il rimanente prodotto ittico è stato distrutto secondo la normativa vigente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Neonata" servita al ristorante e venduta in pescheria, scattano multe e sequestri

PalermoToday è in caricamento