rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca

Droga incustodita in casa, neonata ingerisce hashish: indagato il padre

La piccola, di circa 8 mesi, era stata salvata in extremis dai medici dopo essere arrivata in condizioni delicate al Di Cristina. Il papà è accusato di lesioni colpose

Ha rischiato la vita dopo aver ingerito dell’hashish. Sta meglio la bimba di 8 mesi, salvata in extremis dai medici dopo essere arrivata in condizioni delicate al Di Cristina nella notte tra venerdì e sabato scorso. A distanza di quasi una settimana dall'episodio, il padre della piccola è finito nel registro degli indagati. I due genitori erano arrivati nel cuore della notte a bordo di uno scooter all’Ospedale dei Bambini con la propria figlia in condizioni critiche, riferendo ai medici che la bambina aveva inghiottito una piccola dose di stupefacente. "Uno dei due giovani genitori - era stata la ricostruzione operata dalla Questura - ha ammesso di essere un assuntore abituale". 

Come riporta il Giornale di Sicilia gli inquirenti sembrano escludere al momento le responsabilità della madre. Il papà invece è accusato di lesioni colpose. La piccola aveva inghiottito della droga che era stata lasciata incustodita in casa dall'uomo. I due genitori hanno un'altra bambina di 4 anni e vivono nella zona di via Messina Marine. La bambina intanto potrebbe essere dimessa già in giornata. Dopo i primi interventi prestati in ospedale, i medici l'avevano tenuta sotto osservazione nel reparto di Rianimazione. Le indagini sono condotte dalla Squadra Mobile.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga incustodita in casa, neonata ingerisce hashish: indagato il padre

PalermoToday è in caricamento