rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Terrasini

Nuova Iside, il sindaco di Terrasini: "Non può essere stato un incidente"

Giosuè Maniaci commenta così gli esiti dell'inchiesta della procura di Palermo sul naufragio del motopesca nel maggio del 2020: "Erano pescatori esperti, non degli sprovveduti"

"L'arresto del Comandante, del terzo ufficiale di coperta e dell'armatore della motonave 'Vulcanello M.' "ha un chiaro significato: noi e le famiglie delle vittime del naufragio del 'Nuova Iside' avevamo visto giusto, perché abbiamo sempre pensato che un incidente banale non poteva essere la causa di quelle morti". A parlare con la Dire è il sindaco di Terrasini, Giosuè Maniaci, che commenta così gli esiti dell'inchiesta della procura di Palermo sul naufragio del motopesca nel maggio del 2020.

Quel naufragio costò la vita a tre persone: Matteo, Giuseppe e Vito Lo Iacono. "Erano pescatori esperti - ricorda Maniaci -, non degli sprovveduti. Gli arresti di oggi, evidentemente, sono il segnale degli elementi in mano alla Procura". L'ipotesi è che ci sia stata una collisione tra la 'Vulcanello' e il peschereccio 'Nuova Iside': "Aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso e non condanniamo nessuno ma se questo dovesse essere confermato ci sarebbe il rammarico - ancora il sindaco di Terrasini -. Un incidente può capitare, ma perché non dare soccorso?. Matteo, Giuseppe e Vito erano dei lavoratori che vivevano di mare ed è giusto che lo Stato si impegni al massimo per fare giustizia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Iside, il sindaco di Terrasini: "Non può essere stato un incidente"

PalermoToday è in caricamento