menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Messe di Natale anticipate anche a Palermo: "I fedeli scelgano la chiesa più vicina"

Recepite le indicazioni del Consiglio permanente della Cei e della Conferenza Episcopale Siciliana relativamente alle celebrazioni natalizie. Gli orari devono consentire il rispetto del coprifuoco alle 22 imposto dal Governo per l'epidemia Covid. Cosa cambia

Anche a Palermo messa di Natale anticipata per consentire ai fedeli di rispettare il coprifuoco alle 22 imposto dal Governo per l'epidemia Covid 19. La Chiesa palermitana recepisce quindi le indicazioni del Consiglio permanente della Cei e della Conferenza Episcopale Siciliana relativamente alle celebrazioni natalizie.

"La messa nella notte di Natale - si legge sul sito dell'Arcidiocesi - avrà inizio non prima delle 19 avendo cura che termini, in ogni caso e senza deroghe, in un orario tale da consentire ai fedeli di rientrare a casa entro le 22".

Le disposizioni per l’Arcidiocesi, a firma del vicario generale Giuseppe Oliveri, prevedono che "restino invariate tutte le disposizioni precedenti riguardanti l’osservanza delle misure di prevenzione e sicurezza e la disposizione relativa al divieto di effettuare qualunque tipo di processione". Come segno di gioia natalizia e di comunione, il 24 dicembre a mezzanotte in tutte le chiese suoneranno le campane a festa "con l’auspicio che in ogni famiglia sia vissuto un breve momento di preghiera".

Le regole per i fedeli

Durante i giorni di “zona rossa” si consiglia ai fedeli di avere con sé un modello di autodichiarazione per velocizzare le eventuali operazioni di controllo. La circolare del ministero dell’Interno del 7 novembre 2020 ha precisato che i luoghi di culto dove ci si può recare per una visita o per la partecipazione a una celebrazione “dovranno ragionevolmente essere individuati fra quelli più vicini”.

Durante i giorni di “zona arancione” i fedeli potranno raggiungere liberamente qualsiasi luogo sacro sito nel Comune di residenza, domicilio o abitazione. Se ha una popolazione non superiore a 5.000 abitanti è possibile recarsi in chiese situate in altri Comuni che non siano capoluoghi di provincia e distanti non oltre i 30 chilometri.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento