rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Cronaca

Museo delle Marionette, nuovo record: 450 mila le presenze (reali e virtuali) nel 2020

Rifugio, occasione di condivisione, riscoperta delle radici: i giovani riscoprono online le gesta dei pupi

Che i pupi siano stati rifugio in un periodo in cui le certezze sembravano crollare, occasione di condivisione online quando da casa non si poteva uscire, riscoperta di radici che magari si ritenevano secche, è un fatto dimostrato dai dati.

In questo 2020 assai complicato da qualsiasi punto di vista lo si voglia osservare, sono esattamente 447.127 le persone che, in presenza e online, hanno preso parte alle iniziative del Museo Pasqualino.

Nello specifico, sono state 438.417 le visualizzazioni delle attività, dei prodotti e dei contenuti digitali condivisi online attraverso i canali web istituzionali e i social network del Museo delle Marionette; 37.532 le visite dei siti con un incremento medio dell’88% di nuovi utenti; 282.100 visualizzazioni su Facebook con una crescita del 24% del coinvolgimento del pubblico, a cui si aggiungono 4.283 accessi su Youtube e 2.202 su Instagram.

La parte del leone l'hanno giocata le nuove generazioni, che sui siti hanno costituito il 61% del pubblico (di cui il 33% nella fascia 25-35 anni e il 27% nella fascia 18-24 anni). 

Su Youtube i giovani tra i 18 e i 24 anni sono stati il 56,5%. Su Facebook il 29% del pubblico ha incluso persone tra i 35 e i 44 anni a cui seguono subito dopo i giovani tra i 25 e i 34 anni con una percentuale del 22%.

Alla massiccia partecipazione online, è corrisposta anche quella in presenza, nei pochi mesi di apertura e nel rispetto delle norme sul distanziamento sociale. Sono infatti 8.710 le persone che hanno visitato il Museo o partecipato in presenza alle attività culturali e teatrali organizzate.

Nonostante le sfide di questo 2020, il Museo Pasqualino segna dunque un nuovo traguardo che premia non soltanto l’impegno assiduo in ambito culturale e teatrale ma anche la costante sperimentazione di nuove vie per rinnovare e rafforzare il rapporto con il pubblico e con le nuove generazioni. Tra le attività di maggiore gradimento, i seminari del ciclo “Etnografie del contemporaneo - Gentrificazione e margini”, la Notte europea dei Musei, i prodotti e le iniziative digitali inerenti il patrimonio museografico e biblio-documentario, il podcast e le pubblicazioni delle Edizioni Museo Pasqualino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo delle Marionette, nuovo record: 450 mila le presenze (reali e virtuali) nel 2020

PalermoToday è in caricamento