Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Falcone e Borsellino tornano a sorridere: ripulito il murales vandalizzato a Milano

Il graffito su un muro di corso di Porta Ticinese che ritrae i due giudici palermitani uccisi dalla mafia nel 1992 era stato deturpato con il disegno di una pistola rossa. E spuntano le foto di un writer con in mano una bomboletta spray

Il murales ripulito - Foto MilanoToday

E' stato ripristinato nell'arco di poche ore il murales che raffigura i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, realizzato dal writer siciliano Tunus sul muro di corso di Porta Ticinese a Milano, che era stato vandalizzato. Qualcuno aveva disegnato una pistola rossa puntata alla tempia di Borsellino e impugnata da Falcone. Non solo una "macchia" di vernice, ma molto di più: un oltraggio alla memoria delle vittime della mafia, un insulto alla legalità oltre che a buon gusto.

Falcone spara a Borsellino, sfregiato il murales milanese dedicato ai due giudici-eroi

A immortalare lo sfregio e pubblicare l'immagine su Facebook è stato Alvise Salerno, palermitano emigrato nella città meneghina. Lo scatto ha fatto il giro del web suscitando l'indignazione di tanti: semplici cittadini ed esponenti politici. Lo stesso sindaco di Milano Beppe Sala lo ha definito un "gesto ignobile". 

Adesso il murales è tornato all'orgine. "La foto che ho pubblicato ieri, quella del murales imbrattato brutalmente, di Falcone e Borsellino - scrive Salerno su Facebook - ha fatto il giro dei social e di tutte le testate giornalistiche nazionali. Questo è servito, tantissimo. Ho appena saputo che a meno di 24 ore, infatti, il disegno è tornato al proprio stato originario. E' stato totalmente ripulito. Nessuna traccia della pistola rossa e degli schizzi di sangue. Falcone e Borsellino sono tornati a brillare".

Falcone punta la pistola a Borsellino: "Episodio che deve far riflettere perché avvenuto a Milano"

Intanto è caccia all'autore del gesto. Accanto al murales sono apparsi anche quattro cartelli con delle foto in cui si vede un ragazzo con in mano una bomboletta spray. "Viene da via Gola (dove c'è un centro sociale ndr) l’idiota che sfregia ciò che non comprende", è scritto su un foglietto attaccato accanto alle foto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falcone e Borsellino tornano a sorridere: ripulito il murales vandalizzato a Milano

PalermoToday è in caricamento