A Cinisi spunta una fatina siciliana: è il secondo murale finanziato dal Comune

L'opera si trova sulla statale 113, all'altezza del semaforo, ed è stata realizzata da Beny Vitale (in arte Trebel). L'artista: "E' bella ma anche un po' malinconica e secondo me, per questo, è metafora della sicilianità"

Concluso il secondo murale, commissionato dal Comune, a Cinisi. Si trova sulla statale 113, all'altezza del semaforo all'incrocio con il corso Umberto, e rappresenta una fatina con le ali a forma di Sicilia. Anche questa opera di street art è stata realizzata da Beny Vitale (in arte Trebel) per volontà dell'assessore alle Politiche giovanili Verusca Pizzo e della consigliera Rosalinda Mazzola. L'intervento artistico rientra nell'ambito del progetto sull'emigrazione dei giovani siciliani portato avanti anche dal vicesindaco Aldo Ruffino. "La fatina siciliana - racconta l'artista a PalermoToday - è bella ma anche un po' malinconica e secondo me, per questo, è metafora della sicilianità. Nell'opera ci sono poi altri contrasti: c'è il grigio, ci sono le sbarre ma ci sono anche le farfalle colorate che escono dalla finestra rotta".

Cinisi, sulla statale spunta un murale contro l'emigrazione: "I giovani cambino il paese"

"La 'donna farfalla' - commenta l'assessore Pizzo - non vola. Si é posata sul davanzale di una vecchia finestra e rimane qui, nella sua terra, ancorata alle sue radici. Oltre al tema della sicilianità, viene quindi affrontato quello dell'emigrazione".  "Certo - continua l'assessore - il momento è triste ma condividere con tutti qualcosa di bello potrebbe farci bene. Se si insegnasse la bellezza avremmo meno violenza, è compito nostro far capire ai giovani l'importanza della vita, la bellezza della vita, la condivisione, lo stare bene insieme che ahimè hanno perso". Il riferimento è alla tragedia che ha colpito la comunità di Cinisi nei giorni di Carnevale quando Paolo La Rosa è stato ucciso accoltellato dopo una serata di festa a Terrasini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con l'arte, la bellezza, la cultura - strumenti efficaci contro la violenza, i sorprusi, la prepotenza - si può - conclude Verusca Pizzo - superare l'ignoranza. E' mio obiettivo sensibilizzare ed educare la gente alla bellezza, suscitare curiosità e stupore, in modo tale che le persone non si rassegnino alla quotidianità, all'abitudine, al banale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Sembra un'ape ma non è, in estate arriva il bombo: come riconoscere questo insetto

  • Negativa a 3 tamponi, torna positiva al Covid: "Così sono ripiombata nell'incubo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento