rotate-mobile
Cronaca

Intrigo Muos, Fiom e Uilm: “Mai proposto trasloco a Scanzano”

Spostare le attività da Niscemi a Piana degli Albanesi: le segreterie cittadine di Fiom e Uilm sottolineano di non avere chiesto il cambio di sede. E i sindacati chiamano in causa anche Crocetta: "Rilanciamo il sito, lavoro a rischio per 26 dipendenti"

Muos a Palermo? La vicenda rischia di diventare un caso. Provano a fare chiarezza i rappresentanti dei sindacati Uilm e Fiom che puntualizzano: "Non abbiamo mai proposto lo spostamento del Muos da Niscemi a Scanzano".

SCANZANO CENTRO A USO CIVILE - "Quello di Piana degli Albanesi – spiega  il rappresentante Fiom Francesco Piastra - è jun centro nato per comunicazioni satellitari a uso civile e assolutamente non militare. Finmeccanica, società che controlla Telespazio e che conduce le attività nel centro aerospaziale dello Scanzano, deve garantire la continuità delle produzione con opportuni investimenti e nuove attività, in modo da assicurare alla scadenza della cassa integrazione ordinaria, a marzo, la ripresa del lavoro per tutti i 26 dipendenti”. 

"ORA INTERVENGA CROCETTA" - Piastra, che parla anche a nome della Uilm, aggiunge: “Anche il sindaco di Palermo e le amministrazioni comunali del circondario dello Scansano devono essere coinvolte per la risoluzione della vertenza”. Intanto i sindacati hanno chiamato in causa anche Crocetta di convocare i vertici di Finmeccanica e Telespazio per pensare concretamente il rilancio del sito. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intrigo Muos, Fiom e Uilm: “Mai proposto trasloco a Scanzano”

PalermoToday è in caricamento