Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

La casalinga morta dopo l'aborto, oggi l'autopsia al Policlinico

L'esame sul cadavere di Maria Grazia Li Vigni, la donna di 32 anni, deceduta lo scorso 6 gennaio poche settimane dopo aver perso un bimbo all'ottavo mese di gravidanza

E' in programma oggi all'Istituto di Medicina legale del Policlinico l'autopsia sul cadavere di Maria Grazia Li Vigni, la casalinga di 32 anni, morta lo scorso 6 gennaio, poche settimane dopo un aborto terapeutico avvenuto all'ottavo mese di gravidanza.

 
La Procura indaga al momento contro ignoti. Il fascicolo è stato aperto dopo la denuncia presentata dal marito della vittima. Secondo una prima ricostruzione, la donna, già mamma di una bimba di 4 anni, nei primi di dicembre era andata nel reparto di ginecologia del Cervello per un controllo di routine. Durante la visita i medici hanno accertato che il feto era morto e hanno sottoposto la paziente a un raschiamento e a una cura farmacologica. L'ultimo controllo in ospedale risale al 27 dicembre. Il 6 gennaio la giovane si è sentita male ed è morta nella sua abitazione per cause ancora da accertare.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La casalinga morta dopo l'aborto, oggi l'autopsia al Policlinico

PalermoToday è in caricamento