Cronaca Calatafimi / Via Cappuccini

Il mistero di Rosalia a Hollywood? Ashton Kutcher "studia" la mummia di Palermo

Sulla pagina facebook del produttore è apparsa la foto della "Bella addormentata". Il grande schermo potrebbe raccontare quanto prima la leggenda della mummia dei Cappuccini di Palermo, che sembra aprire e chiude gli occhi

foto archivio

"Beginning of a scary ass movie" (L'inizio di un film del terrore). Poche parole apparse sul profilo Facebook di uno dei giovani attori e produttori più famosi di Hollywood, Ashton Kutcher, riportano sotto i riflettori la vicenda di Rosalia Lombardo, la piccola mummia conservata ai Cappuccini di Palermo.

Sulla pagina del social network è apparsa la foto della "Bella addormentata" con la frase che abbiamo riportato, breve quanto basta per destare curiosità e far pensare che la vicenda "made in Palermo" possa presto trovare posto tra le pellicole cinematografiche. Il post rimanda al sito Aplus.com. dove in un articolo firmato  K.S. Anthony si ricostruisce la vicenda. O meglio la leggenda, secondo cui la mummia apre e chiude gli occhi.

Rosalia è morta a Palermo nel 1920, a soli due anni, di polmonite. L'imbalsamazione fu curata dal professor Alfredo Salafia e ancora oggi la piccola appare intatta e sembra stia dormendo. Un sonno che per molti racchiude un miracolo: la bimba - sostengono - apre e chiude gli occhi. Non è così per gli esperti, secondo i quali si tratta solo di un effetto ottico.

Lo stesso autore americano riporta una dichiarazione di Dario Piombino-Mascali, curatore della Catacombe,che offre una spiegazione più scientifica del fenomeno. Fede e mistero però si intrecciano e continuano a fare discutere. E adesso, a quanto sembra, la parola spetta alle stelle di Hollywood.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero di Rosalia a Hollywood? Ashton Kutcher "studia" la mummia di Palermo

PalermoToday è in caricamento