Cronaca

Street control, ancora polemiche: "Multato nonostante abbia il pass"

La segnalazione di un lettore a PalermoToday. "Immortalato dal dispositivo mobile, ma dalla foto è chiaro che ho il contrassegno per disabili". I vigili: "Ci sono regole da rispettare anche per i possessori dei pass. Motociclisti esentati? Non è vero"

Auto multata dallo street control (foto Giuseppe Lembo)

Lo “Street control” continua a creare polemiche. Stavolta la protesta arriva da un automobilista multato dall’”infernale apparecchiatura” per aver circolato nella corsia preferenziale in viale Regione nonostante sia possessore del pass per disabili. Dai vigili fanno sapere che esistono delle regole anche per chi è in possesso del pass e “invitano” l’automobilista a fare ricorso se ritiene la multa ingiusta.

Il provvedimento, inizialmente ideato contro le doppie e triple file, da qualche giorno è utilizzato dai vigili anche per "pizzicare" chi occupa le corsie preferenziali. La settimana scorsa un lettore aveva protestato per una multa definita “esagerata”, perché la sua auto toccava appena la striscia gialla in viale Regione.

Adesso invece è Giuseppe Lembo a segnalare un disagio alla redazione di PalermoToday. “Anche io sono stato immortalato dallo "Street control" – scrive Lembo - perché oltrepassavo la striscia longitudinale continua che separa la corsia di marcia normale da quella riservata ai mezzi pubblici. Ma la fotografia (vedi sopra) – continua - è chiarissima, sono nella corsia preferenziale, all’interno di essa, perché autorizzato ed in perfetta regola in quanto possessore di regolare contrassegno di circolazione per disabili”.

Una multa ritenuta ingiusta dal lettore. Il pass è realmente visibile dalla foto? Chi legge può farsi un’idea da solo. Intanto dalla polizia municipale spiegano che chi ha il pass per i disabili non viene multato se questo viene esposto e usato correttamente: se cioè ci si immette immediatamente nella corsia preferenziale senza passare dall’una all’altra valicando la striscia continua. "Se l’automobilista si sente leso - aggiungono i vigili urbani - in qualche maniera può sempre impugnare l’arma del ricorso".

Ma le perplessità del lettore non si fermano qui: “E poi se davvero siamo tutti uguali davanti alla legge, perchè gli unici a potere essere verbalizzati sono solo le autovetture considerato che la camera inquadra solo l'anteriore ove i motoveicoli sono sprovvisti di targa? Forse che il codice della strada non è valido per i questi?”. Su questo punto dagli uffici di via Dogali arriva una secca smentita: “Lo street control - spiegano - è un dispositivo mobile che viene posizionato di volta in volta e che quindi non immortala solo gli autoveicoli ma anche i motocicli”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Street control, ancora polemiche: "Multato nonostante abbia il pass"

PalermoToday è in caricamento