menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

Prodotti surgelati venduti come freschi e frigo sporchi, multe e sequestri

Il Nucleo antifrode della polizia municipale ha passato al setaccio quattro esercizi commerciali che si trovano in via Libero Grassi, via Flavio Gioia, via Ferrara e via Sammartino. Chiuse anche due attività abusive

Prodotti surgelati spacciati per freschi, frigoriferi arrugginiti e mancanza di autorizzazioni. Queste alcune delle irregolarità riscontrate dal Nucleo antifrode della polizia municipale, che oggi ha passato al setaccio quattro attività commerciale in diverse zone della città, sanzionando i titolari per un importo complessivo di circa 15 mila euro, sequestrando 60 chili di prodotti alimentari e chiudendo due attività abusive.

Il primo esercizio è un panificio di via Libero Grassi, dove il titolare - il 31enne N.C. - "vendeva prodotti surgelati come se fossero stati freschi", spiegano dal comando di via Dogali. E di questo dettaglio non c’era alcuna menzione nelle liste degli ingredienti per i consumatori. Motivo per cui sono stati sequestrati circa 40 chili di ravioli con ricotta, rosticceria mignon, spiedini di carne, panetti di sfoglia, fragole, patatine da friggere, bignè, cassate siciliane e altri prodotti, tutti congelati e custoditi in un frigo.

Le condizioni igienico-sanitarie del frigorifero, tra l’altro, non sarebbero state idonee alla conservazione di cibi. "Il termostato non segnalava la corretta temperatura d’esercizio, mentre per pareri e le griglie dello scomparto - spiegano dalla polizia municipale - contenevano ruggine, che avrebbe potuto pregiudicare la salubrità degli alimenti”. L’altro sequestro è stato effettuato in via Sammartino, dove gli agenti hanno controllato un negozio nel quale si vendono prodotti alimentari di importazione. "E' stato accertata - spiegano ancora - la mancata tracciabilità dei prodotti in vendita perché privi dell’etichetta". Qui sono stati portati via venti chili di alimenti tra confezioni di dolci, pasticceria secca e salatini. Il titolare, P.V. (37 anni), è stato multato per 1.500 euro.

Per quanto riguarda le due attività abusive, dopo gli accertamenti eseguiti in un panificio di via Flavio Gioia, il titolare (F.R. di 53 anni) ha ricevuto sanzioni per un totale di 6.098 euro perché non ha esibito agli agenti le necessarie autorizzazioni comunali e la Scia, la Segnalazione certificata di inizio attività. Il titolare di un altro esercizio commerciale di via Ferrara, S.B. (45 anni), è stato multato per 7.098 euro per la mancanza di autorizzazioni sanitarie e per la vendita abusiva di fotocopie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento