menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti abbandonati a San Giuseppe Jato

Rifiuti abbandonati a San Giuseppe Jato

Rifiuti abbandonati dopo la scampagnata, i vigili scovano i "furbetti": 600 euro di multa

Rovistando dentro i sacchetti la polizia municipale di San Giuseppe Jato ha trovato indizi utili all'identificazione dei trasgressori. Entro maggio sarà installata la videosorveglianza nelle piazzole di sosta sulla statale Palermo-Sciacca

Continua la guerra a chi abbandona i rifiuti per strada in provincia. La polizia municipale di San Giuseppe Jato, il due maggio ha aperto i sacchetti di spazzatura lasciati nelle aree di sosta della statale Palermo-Sciacca e lungo le strade provinciali che attraversano il territorio, dove in tanti hanno festeggiato la festa dei lavoratori, alla ricerca di indizi che permessero di risalire ai "furbetti". Missione compiuta: nei prossimi giorni saranno elevate ben 15 multe da seicento euro ciascuna. Gli incivili sono in parte residenti in altri comuni che forse pensavano di farla franca. Si sbagliavano. Scoprire la loro identità non è così complicato come si potrebbe pensare: all'interno dei sacchetti si trovano spesso indizi utili come le ricevute che riportano nome e cognome, ricette e molto altro ancora.

I controlli sono scattati dopo che Comune e Anas il 29 aprile avevano ripulito le discariche abusive presenti sul territorio. A documentare l'intervento di pulizia il sindaco Davide Licari che sulla sua pagina Facebook ha postato le foto e l'ordinanza che sancisce questa collaborazione. "Vedremo se e in quanto tempo queste aree torneranno ad essere devastate dall'inciviltà dei soliti ignoti", il commento del sindaco che accompagna il post. Poi l'annuncio: "Sulla Palermo Sciacca, in corrispondenza di San Giuseppe Jato, entro maggio sarà installata la videosorveglianza nelle piazzole. Sarà il primo caso in Italia per 'motivi di rifiuti'". Video sorveglianza che renderà ancora più semplici le operazioni della municipale.

Sono anni che l'amministrazione lotta contro chi deturba il territorio e il Comune è tra i 24 centri siciliani premiati a Catania per l’elevata percentuale di raccolta differenziata. Sempre più spesso sono i cittadini a segnalare gli sporcaccioni alla polizia municipale e San Giuseppe Jato non è l'uno Comune ad agire in tal senso. Anche Carini è molto attivo. I controlli non sono andati in vacanza nemmeno durante le feste: nel giorno di Pasquetta due signore sono state multate per aver gettato rifiuti in via Amerigo Vespucci. Pagheranno da 600 a 3 mila euro ciascuna. E anche in città i vigili cominceranno ad effettuare i controlli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento