Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Piazza Cutò

Vende cannabis "depotenziata" e pubblicizza le droghe leggere, multato

Nei guai il titolare del Cannabis Store Amsterdam di piazza Cutò cui è stata elevata una sanzione da 8 mila euro. Multato anche gestore del Grow Shop di via Nicolò Turrisi: sotto sequestro energy drink, cioccolato e birra alla marijuana

La vetrina del Cannabis Store

Vendeva cannabis "depotenziata" ma all’interno del suo negozio pubblicizzava quella vera. Gli agenti di polizia in servizio presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni ha elevato al titolare del Cannabis Store Amsterdam di piazza Cutò, nei pressi di via Maqueda, una multa da 8267,61 euro. E’ stata accertata la violazione dell’articolo 84 del Dpr 309/1990 sul “divieto di propaganda pubblicitaria”.

Gli agenti di polizia erano tornati, dopo i controlli dello scorso 30 giugno, per verificare se il titolare dell’attività vendesse (nuovamente) alcolici dopo la mezzanotte o ai minori. E hanno trovato sia fuori che all’interno del locale simboli e cartelli che non fanno espresso riferimento alla cannabis depotenziata, "costituendo quindi - spiegano dalla polizia - una forma indiretta di pubblicità della sostanza stupefacente vera e propria". All’interno del locale, peraltro, si trova uno slogan: "La cannabis produce effetti benefici all’organismo".

Tale attività commerciale, a livello di autorizzazioni, viene considerato un esercizio di vicinato come uno dei tanti market della città che, dunque, non può vendere alcolici e superalcolici a chi ha meno di 18 anni né, in generale, dopo la mezzanotte. Tra la documentazione esibita una perizia giurata del gestore del marchio in Italia, nella quale si certifica che la cannabis usata non contiene principio attivo in misura tale da fare scattare sanzioni penali per chi commercia tali prodotti.

Il problema di fondo potrebbe riguardare una sorta vacatio legis in quanto non sono previste norme specifiche per regolamentare le attività per questa tipologia di negozi. Nel corso dello stesso servizio di controllo la polizia ha elevato una sanzione da 5.164 euro al titolare del Grow Shop via Nicolò Turrisi. Sotto sequestro amministrativo 59 lattine di energy drink, 4 bottiglie di birra, 19 tavolette di cioccolato e 14 lecca lecca, tutto rigorosamente contenente cannabis secondo la percentuale consentita. Il gestore dell’attività è risultato in possesso solamente di un’autorizzazione per la vendita di semi, piante e articoli per fumatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vende cannabis "depotenziata" e pubblicizza le droghe leggere, multato

PalermoToday è in caricamento