Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Via dei Candelai

Movida, residenti contro musica ad alto volume: sequestri e denunce ai Candelai

Blitz delle forze dell'ordine. Scattano i sigilli: coinvolti i pub più noti della zona, ogni sera presi d'assalto da centinaia di giovani. Su disposizione della Procura di Palermo è stata sequestrata la strumentazione acustica di otto locali

Via Candelai

Uno schiaffo alla movida del centro storico. Blitz delle forze dell'ordine. La scorsa notte la Procura di Palermo ha sequestrato la strumentazione acustica di otto locali di via Candelai. Coinvolti i pub più noti della zona, ogni sera presi d'assalto da centinaia di giovani. E' guerra aperta alla movida selvaggia: l'operazione potrebbe essere la prima di una lunga serie. Il reato contestato ai titolari dei locali è l'articolo 659: ovvero il disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone. I locali colpiti sono il "Chupitos”, “Club Energy”, “Mentelocale”, “Kalakala”, “All Night Life”, “Garage Pub Snack”, “Don Chisciotte” e “Pub Glamour 99”. In questi otto locali i vigili hanno eseguito il sequestro amministrativo e penale di 55 strumenti tra computer, microfoni, mixer, tv, casse acustiche, telecomandi, centraline, consolle, lettori cd, amplificatori e pen drive.

Il blitz fa seguito a un'indagine nata dalle denunce degli abitanti della zona che da tempo avevano segnalato musica ad alto volume fino all'alba (presentati numerosi esposti). A carico dei gestori dei locali denunciati è stato notificato un avviso di garanzia per disturbo della quiete pubblica.

L'inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Dino Petralia e dal sostituto Enrico Bologna, ed è condotta da un nucleo di polizia giudiziaria composto da agenti della questura. Ha partecipato anche il personale del servizio controllo attività produttive della polizia municipale. Durante i controlli è emerso che nei weekend la musica veniva tenuta ad alto volume, in alcuni casi anche fino alle 6 del mattino.

Il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alle Attività produttive, Giovanna Marano esprimono “apprezzamento per l'attività della Procura della Repubblica e delle forze dell'ordine, in particolare, per l'operazione condotta la notte scorsa in via Candelai”. Orlando e Marano ricordano che “l'amministrazione comunale ha costantemente informato la Procura della Repubblica di tutte le iniziative adottate dalla Giunta volte a contrastare, nel caso in cui si verificano, la trasformazione delle attività commerciali di intrattenimento, in illecite attività di controllo del territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida, residenti contro musica ad alto volume: sequestri e denunce ai Candelai

PalermoToday è in caricamento