rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Il caso

Mostra milionaria a Cannes, la guardia di finanza all'assessorato al Turismo per acquisire documenti

A delegare le fiamme gialle è stato il procuratore regionale della Corte dei Conti, Pino Zingale. I pm contabili stanno indagando sul finanziamento da 3,7 milioni di euro della Regione alla società lussemburghese Absolute Blue

I finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo hanno acquisito stamani alcuni documenti negli uffici dell'assessorato regionale al Turismo, in via Notarbartolo, nell'ambito dell'inchiesta aperta dalla procura della Corte dei conti che sta indagando sul finanziamento da 3,7 milioni di euro alla società lussemburghese Absolute Blue per la mostra "Sicily, woman and Cinema".

La mostra della Regione a Cannes: Corte dei conti apre un fascicolo

A delegare i finanzieri è stato il procuratore regionale della Corte dei Conti, Pino Zingale. I pm contabili stanno valutando eventuali profili di danno erariale. Tra gli aspetti da chiarire anche quelli sollevati delle opposizioni in un'interrogazione all’Ars dai parlamentari del Pd, con in testa il capogruppo Michele Catanzaro. Nell'interrogazione sono specificati i dettagli di alcune cifre, definite "spropositate per una singola mostra", assegnate dall’assessore regionale al Turismo, Francesco Paolo Scarpinato, alla società lussemburghese Absolute Blue.

Nell'interrogazione si snocciolano alcune voci di spesa: sarebbero previsti infatti oltre "311 mila euro per lo shooting fotografico da realizzare in Sicilia, 2 milioni e 700 mila per l’affitto di Casa Sicilia e lo svolgimento di vari eventi a Cannes, 227 mila euro per spese d’agenzia. Ed ancora 920 mila euro per affitto salone e decorazione, 306 mila per i pannelli pubblicitari, 511 mila per animazioni e conferenza stampa, 790 mila per la manodopera, ed infine 30 mila per le spese relative agli ospiti della Regione che andranno a Cannes".

Il governatore Renato Schifani ha chiesto chiarimenti all'assessore Scarpinato - nominato in quota Fratelli d'Italia, così come il suo predecessore Manlio Messina - e ieri con una nota ha sottolineato che non esclude "in esito agli approfondimenti in atto, la sospensione del provvedimento in autotutela".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostra milionaria a Cannes, la guardia di finanza all'assessorato al Turismo per acquisire documenti

PalermoToday è in caricamento