Cronaca Libertà / Via Leonardo Ximenes, 100

Tragedia al Borgo, 26enne muore sull'asfalto: "Non sono riuscito a salvarlo"

Si tratta di un ragazzo originario del Bangladesh. A raccontare l'accaduto a PalermoToday un diciassettenne che ha provato con il massaggio cardiaco a strapparlo alla morte. La salma è stata trasferita all'Istituto di medicina legale e riconsegnata ai familiari

L'intervento del personale del 118 in via Ximenes

E’ morto ad appena 26 anni sull’asfalto a Borgo Vecchio, fra le braccia dei passanti e dei sanitari che stavano facendo il possibile per salvarlo, tra massaggi cardiaci e iniezioni di adrenalina. A.A., originario del Bangladesh ma residente a Palermo, è deceduto ieri sera in via Ximenes dopo essere andato in arresto cardiaco per cause ancora da accertare. “Mentre aspettavamo l’ambulanza - racconta affranto a PalermoToday un diciassettenne - gli ho alzato le gambe e ho provato a fargli il massaggio, ma è morto. Non sono riuscito a salvarlo”.

A raccontare l’evoluzione della tragedia che si è consumata poco dopo le 23 è proprio il diciassettenne. "Stavo tornando a casa e ho trovato in strada cinque persone attorno a un ragazzo di colore, disteso per terra. Ho provato a rianimarlo mentre eravamo in attesa dell’ambulanza che è arrivata poco dopo. I sanitari ci hanno provato in tutti i modi, ma non c’è stato nulla da fare. Questo è tutto". Nonostante gli sforzi dei presenti il cuore del giovane bengalese ha smesso di battere intorno alle 23.50.

Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti di polizia che hanno accompagnato il medico legale per effettuare l’ispezione cadaverica. La salma del 26enne è stata quindi trasferita all’Istituto di medicina legale dell’ospedale Policlinico prima di essere riconsegnata ai familiari per la celebrazione del funerale. Non è chiaro se A.A. soffrisse di qualche patologia e cosa possa aver causato l’arresto cardiaco a soli 26 anni.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia al Borgo, 26enne muore sull'asfalto: "Non sono riuscito a salvarlo"

PalermoToday è in caricamento