rotate-mobile
Il lutto

E' morto Mimì Salvia, professore di diritto amministrativo e giudice laico del Cga

Il docente si è spento a 86 anni. Innamorato dei centri storici, difensore dell'ambiente, è stato anche autore di numerosi lavori scientifici e di costume. E' stato collega di corso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella con cui ha condiviso la cattedra e gli anni all'università

L'università di Giurisprudenza a lutto. E' morto a 86 anni il professore Mimì Salvia, ordinario di diritto amministrativo e giudice laico del Consiglio di giustizia amministrativa (Cga). Uomo di cultura, ingegno e di grande spirito umano, è stato autore di numerosi lavori scientifici e di costume. 

Profondamente innamorato dei centri storici, difensore dell’ambiente, Salvia si batteva per la valorizzazione dei borghi. Oltre a esercitare come docente, non ha mai abbandonato la passione per la scrittura. Suo un originale dizionario intitolato "Lessico familiare e dintorni tra Itaca e Kafca" dove ha evidenziato collegamenti fra personaggi, filosofia, natura, arte e storia. 

Grande cultura e ironia la sua, pur nella riservatezza del suo carattere. Ormai in pensione, è stato collega di corso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella con cui ha condiviso la cattedra e gli anni all'università. Insieme al capo dello stato e agli altri amministrativisti palermitani, è stato allievo della "scuola" di Pietro Virga, professore decano della materia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Mimì Salvia, professore di diritto amministrativo e giudice laico del Cga

PalermoToday è in caricamento