menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viene colpito da un ictus e muore, il suo fegato finisce a Palermo

Grande gesto di solidarietà al Policlinico di Messina: i familiari di un 50enne che è deceduto negli scorsi giorni hanno deciso di donare gli organi. Era stato lo stesso uomo a manifestare più volte questa sua intenzione

Viene colpito da un ictus e muore. Una morte che salverà altre vite. Perché il suo fegato, ad esempio, è stato prelevato dall'equipe dell'Ismett di Palermo. Grande gesto di solidarietà al Policlinico di Messina: i familiari di un 50enne che è deceduto negli scorsi giorni hanno deciso di donare gli organi. Era stato lo stesso uomo a manifestare più volte questa sua intenzione.

E' il terzo espianto di organi in altrettante settimane, dall'inizio dell'anno, al Policlinico universitario. I familiari del cinquantenne messinese, hanno raccontato che il loro congiunto si era più volte espresso a favore della donazione. Inoltre, al momento di rinnovare la carta di identità, avrebbe voluto inserire il consenso sul nuovo documento. Anche i colleghi, vicini a lui fino all'ultimo, hanno testimoniato la sua grandissima generosità e l'altruismo che ne ha caratterizzato il percorso di vita. La macchina organizzativa dell'azienda ospedaliera universitaria, così, si è immediatamente messa in moto. Sono stati espiantati: il cuore, trapiantato a Padova; il fegato, prelevato dall'equipe dell'Ismett di Palermo; i reni, inviati al Policlinico di Catania e a Genova; le cornee alla Banca degli Occhi di Mestre.

"Nonostante il grande dolore - dice Antonino Levita, direttore Sanitario del Policlinico - la famiglia ha immediatamente ricordato le volontà del congiunto e non ha esitato a dare il consenso. I parenti hanno poi voluto ringraziare tutto il personale dell'Azienda per quanto fatto. Ovviamente, non posso che esprimere pure il mio personale riconoscimento al lavoro di tutto il personale, guidato da Francesco Puliatti, coordinatore della Donazione e Trapianto d' Organi e Tessuti del Policlinico. Un grazie particolare, poi, alla collega Stefania Torrasi, psicoterapeuta, che ha assistito i familiari nei momenti più delicati della procedura".

Fonte: MessinaToday

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento