rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Piana degli Albanesi

Il giallo del pastore trovato morto: l'autopsia non chiude il caso

E' un rebus la fine di Catalin Palimaru, romeno di 47 anni residente a San Giuseppe Jato trovato senza vita sabato scorso. I carabinieri: "Le nostre indagini continuano a 360 gradi non escludiamo alcuna pista"

L’autopsia disposta dalla Procura, effettuata ieri al Policlinico, non chiarisce i dubbi sulla dinamica della morte di Catalin Palimaru, il pastore romeno di 47 anni residente a San Giuseppe Jato che è stato trovato senza vita sabato scorso. L'uomo si era allontanato nella notte fra il 3 e il 4 gennaio con i suoi animali per portarli al pascolo e da quel momento non era più tornato a casa. A presentare la denuncia, giovedì scorso, era stato il fratello che viveva con lui. 

"Il medico legale - spiegano oggi i carabinieri - ha scritto nel referto che la morte del pastore è stata causata dalla 'lesività traumatica riportata in testa', senza fornire ulteriori elementi. Per questo motivo le nostre indagini continuano a 360 gradi, non escludendo alcuna pista".

Dopo la segnalazione fatta alle forze dell'ordine erano partite le ricerche. Ma mentre il gregge del pastore era stato trovato quasi subito, difficile è stato individuare l'uomo. Per lui si erano mobilitati insieme i carabinieri, i vigili del fuoco, il personale della Forestale, i volontari della Protezione civile e il Soccorso alpino che avevano setacciato tutta l’area, anche nei tratti più impervi, nella speranza di rintracciare l’uomo poi trovato morto durante le perlustrazioni dei militari. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il giallo del pastore trovato morto: l'autopsia non chiude il caso

PalermoToday è in caricamento