Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Palazzo Reale-Monte di pietà

E' morto padre Meli, il prete coraggio di Ballarò che aiutò i migranti e denunciò i pedofili

L'ex parroco di Santa Chiara è deceduto a Castelvetrano. Aveva un tumore. Sacerdote simbolo della Palermo degli anni '90 fu anche il cardine del Centro di accoglienza per immigrati. Grazie a lui scattarono le denunce contro i pedofili dell'Albergheria

E' morto padre Baldassare Meli, il sacerdote che per anni è stato l'anima di Ballarò. Don Meli, per 17 anni parroco di Santa Chiara, è deceduto stamattina a Castelvetrano.

L'annuncio della morte lo ha dato la parrocchia di Santa Lucia, a Casteletrano, attraverso la sua pagina Facebook: "La camera ardente - si legge in un post - sarà aperta oggi a partire dalle 11 fino alle 22 e domani dalle 10 fino alle 22 nella parrocchia Santa Lucia. E' necessario seguire tutte le precauzioni a tutela della salute legate all'emergenza Covid. L'accesso sarà consentito soltanto a coloro che sono muniti di mascherina chirurgica. Sarà possibile sostare per un massimo di un minuto".

Prete coraggio della Palermo degli anni '90, padre Meli era anche il cardine del Centro di accoglienza per immigrati. Molto conosciuto nel quartiere (e non solo) per le sue battaglie in favore dell'integrazione dei migranti, non ha mai fatto mancare loro un pasto caldo e un tetto. Grazie a lui, alla fine degli anni '90, scattarono le denunce contro i pedofili dell'Albergheria.

Don Meli era malato: sei mesi fa gli avevano diagnosticato un tumore. Attorno a lui, soprattutto in queste ultime settimane, si è stretta l’intera comunità parrocchiale.

"Ci uniamo alla comunità salesiana nel dolore per la scomparsa di Don Baldassare Meli - dichiarano il sindaco Leoluca Orlando e l'assessore alla Cittadinanza Solidale Giuseppe Mattina - che è stato precursore, con la sua attività in favore delle persone fragili, dei bambini e dei migranti, di una città che deve farsi carico di chi è più debole, con visione, progetto e consapevolezza del futuro. Don Meli è stato un punto di riferimento per la città, non solo per il quartiere in cui ha operato per tanti anni, per il suo coraggio e la sua determinazione. L'amministrazione e la città devono a lui e alla comunità di Santa Chiara tanta parte di quella elaborazione culturale e politica dei percorsi di solidarietà, inclusione e accoglienza che sono oggi al centro della nostra azione".

Su indicazione dell'assessore Mattina, l'amministrazione comunale d'intesa con la comunità salesiana di Santa Chiara, ricorderà Don Meli giovedì prossimo alle 19,30 con una celebrazione eucaristica nella piazza S. Chiara, ove saranno attrezzate adeguate misure di prevenzione del Covid-19.

 La Consulta delle culture esprime "sincero cordoglio e profondo dolore per la scomparsa di padre Baldassare Meli, amabilmente conosciuto da molti di noi semplicemente come don Meli. Grande figura di sacerdote impegnato nella lotta per il rispetto dei diritti umani, apprezzato e rispettato  da tutte le comunità per le sue battaglie sociali a favore dell'integrazione dei migranti, facendo, negli anni 90,  del Centro Santa Chiara luogo simbolo di accoglienza e di solidarietà umana. La sua dipartita lascia un grandissimo vuoto nel cuore di tutti, soprattutto nel cuore di tutte le comunità di stranieri residenti a Palermo. E’ stato un uomo molto importante nella vita e nella storia di tanti fratelli e sorelle immigrati, che  in comunione di pensiero e di sentimenti con il sindaco di Palermo e a quanti lo hanno conosciuto e stimato, oggi sentono, dal profondo del cuore, di  elevare una fervida  preghiera in sua memoria".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto padre Meli, il prete coraggio di Ballarò che aiutò i migranti e denunciò i pedofili

PalermoToday è in caricamento