rotate-mobile
Cronaca Romagnolo

Muore il titolare del bar Messina, Romagnolo piange una delle sue icone

Lorenzo Messina, proprietario dell'omonimo bar aperto dal padre nel '72, si è spento a 68 anni dopo una breve malattia. Per chi lo conosceva, e amava la sua cassata al forno, era impossibile non volergli bene: "Di una dolcezza disarmante, un pezzo di pane che camminava"

Un galantuomo conosciuto da Napoli in giù non solo per quel fare sempre garbato, dentro e fuori dal suo bar, ma anche per la sua cassata al forno, fatta rigorosamente secondo un’antica ricetta, considerata indimentacabile. Si è spento a 68 anni dopo una breve malattia Lorenzo Messina, titolare dell'omonimo bar di via Cesare Bione, a Romagnolo.

Nella borgata marinara Lorenzo Messina era un’istituzione. Il suo locale, il Bar Messina aperto da suo padre nel ’72, era la meta di cittadini, viaggiatori e pellegrini amanti della pasticceria siciliana della quale, una volta provata la ricotta dei suoi dolci, non riuscivano più a farne a meno. "Si svegliava ogni giorno alle 5 del mattino, andava al bar e poi si dedicava alla famiglia. Una vita dedicata a lavoro e famiglia", racconta chi lo conosceva bene.

In pensione da qualche mese, ha vissuto tutta la vita per quel bar di periferia che gestiva insieme al fratello e a uno dei due figli. "Di una dolcezza disarmante, un pezzo di pane che camminava. Amava i suoi figli, i suoi nipoti. Chi lo conosceva non riusciva a non apprezzarne la gentilezza. Se ne va un pezzo di storia di Romagnolo". A ricordarlo anche la moglie Angela: "Oggi il mio cuore si è spezzato. Sei stato un marito meraviglioso, un padre e un nonno esemplare". 

Nessuno lo ha dimenticato né lo dimenticherà, non solo in città, ma anche fuori. Tantissimi i messaggi di cordoglio. Come questo: "Che tristissima notizia. Lorenzo ci mancherà tantissimo il tuo modo gentile e affettuoso di darmi il bentornato tutte le volte che trascorrevamo le vacanze a Palermo e venivamo al bar per gustare l’ottimo caffè preparato con cura e maestria. Tu ci accoglievi sempre con una battuta scherzosa, un sorriso e il caffè diventava ancora più buono. Grazie Lorenzo per la tua gentilezza e la tua signorilità. La terra ti sia lieve, porteremo il tuo ricordo nel cuore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muore il titolare del bar Messina, Romagnolo piange una delle sue icone

PalermoToday è in caricamento