Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Uccise un uomo con un pugno in faccia dopo un incidente: "Si è pentito, farà volontariato in parrocchia"

Antonino Rizzo, 46 anni, palermitano, era finito in carcere con l'accusa di omicidio preterintenzionale e di omissione di soccorso. I fatti sono avvenuti a Certaldo nel dicembre del 2021

Una discussione animata dopo un incidente stradale, un cazzotto in faccia, la morte. A finire in carcere Antonino Rizzo, 46 anni, palermitano, con l'accusa di omicidio preterintenzionale e di omissione di soccorso. La tragedia avvenne a Certaldo, in provincia di Firenze, nel dicembre 2021. La vittima, Graziano Lotti, morì in ospedale a poco più di una settimana dal terribile pugno in faccia che lo fece cadere a terra e battere violentemente la testa.

"Lotti era alla guida della sua auto che si scontò con un motocarro Ape condotto da un giovane che si ferì in modo non grave alla testa - si legge su La Nazione -. Dopo lo scontro nacque una discussione. Il ragazzo chiamò i genitori, che erano a casa. Antonino Rizzo, arrivato sul luogo dell’incidente, ebbe una discussione con Lotti. Fino a quando dalle parole Rizzo non passò ai fatti, colpendo al volto il 56enne e facendolo cadere a terra".

Il palermitano in tribunale a Firenze patteggiò la pena di 4 anni, 5 mesi e 13 giorni. "Ora il palermitano è pronto ad iniziare un cammino per riprendere in mano la propria vita - si legge su La Nazione -. Il tribunale di sorveglianza ha accolto la richiesta dei suoi legali di sostituire la pena detentiva con l’affidamento in prova: farà volontariato in parrocchia. Una decisione che il giudice ha preso alla luce del comportamento tenuto dal detenuto che in carcere ha lavorato, partecipato ai laboratori teatrali e soprattutto mostrato vero pentimento, 'un profondo senso di colpa per aver tolto la vita ad un uomo', tanto da abbandonarsi a momenti di pianto e disperazione. Fuori dalla cella lo attende un lavoro stabile nel suo settore "con cui poter continuare anche a versare ai familiari della vittima" quanto stabilito come riparazione del danno".


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise un uomo con un pugno in faccia dopo un incidente: "Si è pentito, farà volontariato in parrocchia"
PalermoToday è in caricamento