menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Guido Giambruno

Guido Giambruno

E' morto a 38 anni Guido Giambruno, direttore del resort Calampiso

Palermitano, lottava contro una malattia che lo ha portato via troppo presto. Era molto noto nel mondo del turismo. Il ricordo di chi lo conosceva bene: "Lavorava 24 ore su 24, se ne va una gran brava persona". I funerali domani a Cardillo

La sua stagione preferita era l'estate. E non poteva essere diversamente, perché era solare come la vita che aveva scelto di avere. Nonostante avesse 38 anni infatti era già al timone di uno dei più importanti resort della Sicilia. Adesso Guido Giambruno, il direttore di Calampiso molto conosciuto nel mondo del turismo, non c'è più. E' morto ieri arrendendosi a una malattia che lo ha portato via troppo presto. Lascia una bambina di appena 6 anni.

Giambruno - palermitano, appassionato di viaggi - era nel mondo del turismo da sempre. Per un breve periodo fece parte anche della squadra di Torre Artale. Fu però quell'angolo di paradiso a pochi passi da San Vito Lo Capo a cambiargli la vita. 

"Vorrei che fosse solo un brutto incubo! Mi prenderò cura della tua principessa, sicuramente non sarò alla tua altezza ma mi impegnerò tantissimo" è il messaggio che affida a una bacheca virtuale un suo familiare. "Gugo", così come veniva scherzosamente chiamato da chi lo amava, nonostante la sua giovane età era già direttore di hotel, con grandi capacità manageriali e professionali.

"Era il direttore vecchio stampo dedito al lavoro, lavorava 24 ore su 24 - racconta a PalermoToday un parente -. Dedito al cliente, non diceva mai di no ed era sempre pronto a risolvere ogni problema. Sempre disponibile in tutti i lavori che ha fatto, da Torre Artale a Calampiso. Per lui però Calampiso ha rappresentato qualcosa in più. Era un uomo tutto d'un pezzo, un gran padre. Una gran brava persona, genuino, volenteroso. Di negativo aveva davvero poco. Tutti non possono che parlarne benissimo". 

Un vero e proprio manager del turismo che, nonostante la malattia abbia interrotto la sua brillante carriera, ha operato nel e per il territorio per diversi anni, sempre con il sorriso e la lungimiranza di chi vuole fare della Sicilia un polo attrattivo. I funerali si terranno domani, alle 9, alla chiesa di Santa Silvia a Cardillo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento