Sanità palermitana in lutto, è morto il cardiologo Giuseppe Andolina

Aveva 65 anni. Commosso il saluto dei suoi ex colleghi del Policlinico: "Alcuni di noi affettuosamente lo chiamavamo 'zio Peppino'. E' stato un punto di riferimento e una guida"

"Ancora non ci posso credere, mi ha salvato la vita". E' solo uno dei messaggi d'addio per Giuseppe Andolina, noto cardiologo palermitano. Il mondo della sanità palermitana è sotto shock per la morte di uno dei punti di riferimento del settore. Andolina, dirigente medico di primo livello e cardiologo, si è spento oggi all'età di 65 anni. Per molti anni è stato responsabile dell'unità operativa del dipartimento di Cardiologia interventistica ed Emodinamica al Policlinico.

Laureatosi nel 1980 all'università di Palermo in Medicina e Chirurgia, Andolina si era poi specializzato in Malattie dell'apparato cardiovascolare. Commosso il saluto dei suoi ex colleghi del Policlinico Paolo Giaccone: "Alcuni di noi affettuosamente lo chiamavamo 'zio Peppino'. E' stato il punto di riferimento di molti oggi, cardiologi professionisti ed anche una guida per tecnici di radiologia, infermieri ed operatori socio sanitari. Un ottimo medico e un brav'uomo! Riposi in pace".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Nuovo Dpcm: Governo conferma l'ipotesi dello stop all'asporto per i bar dopo le 18

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • Cervello, irrompe in un reparto Covid e (senza mascherina) urla ai medici: "Voglio vedere mio padre"

Torna su
PalermoToday è in caricamento