rotate-mobile
Cronaca Corso Tukory

Anziano morto dopo essere stato spinto, condannato ambulante

I fatti risalgono al 2014. Gioacchino Aversa, 63 anni, si avvicinò alla bancarella dell'uomo per acquistare degli auricolari per il telefono cellulare. La contrattazione sul prezzo è ben presto degenerata

Otto anni di carcere: è la pena decisa dal gup Ettorina Contino per il senegalese Miah Rubel che durante una discussione animata scaraventò a terra Gioacchino Aversa, poi morto in ospedale per una complicazione.

I fatti risalgono al 25 aprile 2014. Aversa, 63 anni, si avvicinò alla bancarella di Rubel in corso Tukory per acquistare degli auricolari per il telefono cellulare. La contrattazione sul prezzo provocò uno scambio di insulti. All'improvviso il venditore diede una spinta al cliente che, cadendo sul marciapiedi, riportò la frattura di un femore. Dieci giorni dopo l'uomo morì a causa di un embolo. Una perizia ha accertato un nesso di casualità tra l'aggressione e la morte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano morto dopo essere stato spinto, condannato ambulante

PalermoToday è in caricamento