Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Castelbuono

Le origini palermitane di Gianni Minà, il gigante del giornalismo che aveva conquistato il mondo

Era anche scrittore e conduttore. Se n'è andato a 84 anni. Suo nonno era di Castelbuono. "Il mio lessico familiare è stato il siciliano stretto", disse una volta

Aveva (anche) sangue palermitano Gianni Minà, il gigante del giornalismo che se n'è andato ieri a 84 anni. L'annuncio della morte è stato dato sulla pagina ufficiale del famoso giornalista e scrittore su Facebook. "Gianni Minà ci ha lasciato dopo una breve malattia cardiaca - si legge sulla sua pagina Facebook - Non è stato mai lasciato solo, ed è stato circondato dall’amore della sua famiglia e dei suoi amici più cari.  Un ringraziamento speciale va al professore Fioranelli e allo staff della clinica Villa del Rosario che ci hanno dato la libertà di dirgli addio con serenità", conclude il breve post. 

Il nonno di Minà, il padre di suo padre, come lui stesso scrisse nella sua autobiografia "veniva da un piccolo paese di montagna delle Madonie, Castelbuono, dove fanno i dolci con la manna e i panettoni giganti". E il "castelbuonese" Gianni Minà più volte è tornato nel paese palermitano per andare a trovare parenti e amici. Sul web c'è una bella foto datata 1986 in cui il giornalista passeggia in via Sant'Anna in una tipica giornata d'estate.

Nato a Torino nel 1938, Minà è stato uno dei volti più noti del giornalismo italiano, non solo in patria. Scrittore e conduttore televisivo italiano, oltre che cronista, è stato amico di personaggi famosi del mondo della politica, della cultura, e dello spettacolo. Ha collaborato con quotidiani e settimanali italiani e stranieri, realizzando centinaia di reportage per la Rai, ideando e presentando programmi televisivi, e girando film documentari su Che Guevara, Muhammad Ali, Fidel Castro, Rigoberta Menchú, Silvia Baraldini, il subcomandante Marcos, Diego Armando Maradona.

"Il mio lessico familiare è stato il siciliano stretto", disse una volta Gianni Minà. Sua mamma e sua nonna, nata a Lipari, si salvarono dal devastante terremoto del 1908 perché si erano trasferite temporaneamente a Siracusa.  A spingere la sua famiglia fino a Torino, dove Gianni Minà è nato, era stato proprio l'onda d'urto del sisma di Messina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le origini palermitane di Gianni Minà, il gigante del giornalismo che aveva conquistato il mondo
PalermoToday è in caricamento