Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

E' morto l'avvocato Franco Marasà: difese Provenzano e Mangano

Penalista tra i più noti del Foro di Palermo, si è spento a 73 anni. Dopo un passato al civile, aveva debutto nel penale al maxiprocesso del 1986. Il ricordo: "Era un professionista libero, tenace e coraggioso"

È morto ieri, stroncato da un male incurabile l’avvocato Franco Marasà, penalista tra i più noti del Foro di Palermo: fra i suoi tantissimi clienti anche Bernardo Provenzano. Aveva 73 anni. Lascia Rosalba Di Gregorio, la compagna e collega con la quale aveva condiviso lo studio in via Libertà e la vita privata. Franco Marasà, un passato al civile, aveva debutto nel penale al maxiprocesso del 1986.

Tra gli imputati eccellenti che aveva difeso nella sua lunga carriera anche Vittorio Mangano, lo stalliere di Arcore, e Pietro Aglieri, nome noto di Cosa Nostra. Con Rosalba Di Gregorio aveva scritto nel 1989, durante il secondo grado del maxiprocesso, "L'altra faccia dei pentiti", un libro che fece molto scalpore perché metteva in evidenza tutte le contraddizioni dei pentiti di quel processo, avviando così la fase di critica nei confronti del pentitismo. "Franco Marasà era un professionista libero, tenace e coraggioso, protagonista di importanti battaglie processuali", scrive l'Aiga, l'Associazione italiana giovani avvocati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto l'avvocato Franco Marasà: difese Provenzano e Mangano

PalermoToday è in caricamento