rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Cronaca Borgo Nuovo / Largo Campofiorito

Picchiato in casa per 60 euro e due fedi, anziano muore dopo 20 giorni di coma

Si è spento in un letto del reparto di Rianimazione di Villa Sofia Giovan Battista Riccobono, l'89enne aggredito nella sua abitazione in largo Campofiorito. A indagare sull'omicidio i carabinieri di Borgo Nuovo

Pestato a sangue in casa propria per pochi spiccioli e morto venti giorni dopo in un letto d’ospedale. Si è spento oggi pomeriggio nel reparto di Rianimazione di Villa Sofia Giovan Battista Riccobono, l’89enne aggredito e rapinato nel suo appartamento in largo Campofiorito, nella zona di Borgo Nuovo.

L’episodio risale allo scorso 25 agosto. Due uomini sono riusciti a farsi aprire la porta di casa con la scusa di chiedere un bicchiere d’acqua. I rapinatori lo hanno subito assalito per portargli via 60 euro in contanti e due fedi in oro, quella del matrimonio e quella regalatagli in occasione dei 50 anni di unione con la moglie.

Riccobono, che in quel momento si trovava da solo in casa, ha cercato con tutte le sue forze di opporre resistenza, cadendo sotto i colpi dei malviventi che avrebbero utilizzato un oggetto contundente. A trovarlo per terra, con il volto tumefatto e grondante di sangue, uno dei due figli non appena rientrato da lavoro.

Dopo la rapina sono intervenuti i carabinieri e il personale sanitario del 118, che lo ha trasportato in codice rosso al pronto soccorso di Villa Sofia. A indagare sull’accaduto i carabinieri della stazione di Borgo Nuovo che hanno raccolto raccolto informazioni dai vicini e acquisito le immagini di alcune telecamere per mettersi sulle tracce degli assassini.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiato in casa per 60 euro e due fedi, anziano muore dopo 20 giorni di coma

PalermoToday è in caricamento