Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Coronavirus, morti due sacerdoti: l'arcidiocesi piange la scomparsa dei suoi fratelli

Tra le ultime vittime della pandemia, a Palermo, padre Girolamo Casella e padre Gerardo Garofalo. Il primo era stato ordinato sacerdote appena due mesi fa. Entrambi erano ricoverati al Civico. Morto anche un docente in pensione del liceo Umberto

Don Girolamo Casella

Era stato ordinato sacerdote appena due mesi fa ma nelle ultime settimane era anche stato colpito dal virus che in poco tempo lo ha portato via. E’ morto padre Girolamo Salvatore Casella, 55 anni, ricoverato all’ospedale Civico dopo essere rimasto contagiato dal Coronavirus.

"Con immenso dolore e profonda tristezza - si legge sul sito dell'Ufficio per l'insegnamento della religione dell’arcidiocesi - apprendiamo della prematura scomparsa del nostro carissimo collega, uomo buono e mite, santo sacerdote di Dio al servizio di tutti. Ci uniamo in preghiera con i familiari e gli amici del nostro fratello, certi che il nostro carissimo Girolamo, sacerdote in eterno, già partecipa al banchetto celeste di Cristo risorto"

Oltre a padre Girolamo, venerdì si è spento anche padre Gerardo Garofalo (77 anni) che, come padre Girolamo, trascorreva gran parte delle sue giornate al Boccone del povero di via Pindemonte. Anche lui, con un quadro clinico già delicato, era stato ricoverato nello stesso ospedale dove i medici, nonostante gli sforzi, non sono riusciti a strapparlo alla morte.

Tra le ultime vittime della pandemia, a Palermo, c'è anche il professore in pensione Giovanni Marino, 80 anni, che insegnava educazione fisica al liceo classico Umberto I. Era un grande appassionato di sport e amava il tennis, tanto da avere diretto a metà degli anni ’80 un circolo in città. Tanti i messaggi di cordoglio pubblicati sui social da studenti e docenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, morti due sacerdoti: l'arcidiocesi piange la scomparsa dei suoi fratelli

PalermoToday è in caricamento