menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ospedale Civico

L'ospedale Civico

Morti dopo essere stati dimessi, due denunce travolgono l’ospedale Civico

A perdere la vita una 77enne e un 56enne. Le famiglie si sono rivolte ai carabinieri sottolineando le presunte negligenze dei medici. Sequestrate le cartelle mediche

Due nuovi presunti casi di malasanità all’ospedale Civico. I carabinieri, dopo le denunce dei familiari, hanno sequestrato le cartelle cliniche di due pazienti, morti qualche ora dopo essere stati dimessi. Il primo caso è quello di Giuseppe Saieva, 77enne cardiopatica. Era stata ricoverata il 18 marzo per un’insufficienza respiratoria ed era stata dimessa domenica. Alcune ore dopo essere andata via dalla struttura sanitaria, però, è rientrata in casa ed è morta. A rivolgersi ai carabinieri è stato il fratello, che ha parlato di negligenza dei medici.

Quello dell’anziana è solo il primo dei due episodi in questione. Il giorno successivo è deceduto Piero Meli, 56 anni, anche lui cardiopatico. Era andato al pronto soccorso dell’ospedale Civico dopo aver accusato un malore. E’ stato messo sotto osservazione dal personale medico e una volta dimesso è rientrato nella sua abitazione, dove è morto non molto tempo dopo. Anche in questo caso il figlio di vent’anni ha presentato formale denuncia al comando dei carabinieri puntando il dito contro il personale sanitario.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento