menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agueci: "Borsellino combatteva ogni tipo di mafia, anche quella subdola e insinuante"

Le parole del presidente fondazione progetto Legalità nel giorno del 28esimo anniversario della strage di via D'Amelio

"Per la fondazione Progetto Legalità il 19 luglio significa prima di tutto il ricordo di quell'uomo generoso e straordinario che è stato Paolo Borsellino e del valore del suo sacrificio. Teniamo in questa giornata a ricordare anche il suo impegno ostinato, appassionato e consapevole nel combattere la mafia in tutte le sue manifestazioni, non solo quindi in quella più violenta e feroce ma ancora di più in quella insinuante, subdola e falsamente compiancente dalla quale ha subito in vita gli attacchi più duri e che si presenta ancora oggi come la più difficile da estirpare". Così Leonardo Agueci, presidente fondazione progetto Legalità nel giorno del 28esimo anniversario della strage di via D'Amelio.

"Ricordare Paolo Borsellino - aggiunge - significa oggi più che mai offrire sincero e quotidiano esempio di legalità e per le istituzioni soprattutto operare esclusivamente per la sua affermazioni senza alcuna deroga o distinguo. Significa anche tenere in mente che i messaggi di legalità riescono realmente a comunicarsi all'esterno e  a risultare convincenti solo attraverso i comportamenti concreti e che non bastano quindi i bei discorsi, i racconti epici spesso adattati a propria convenienza, le affermazioni retoriche. Significa che soprattutto ne deve esser energicamente stroncata qualsiasi prospettiva di uso falso, strumentale e e intellettualmente disonesto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento