L'esito dell'autopsia sul corpo della piccola Marta: "E' stata stroncata da un malore"

Dall'esame sul corpo dell'alunna morta durante l'ora di educazione fisica alla Vittorio Emanuele Orlando sarebbero emersi problemi di natura cardiaca. Saranno compiuti altri accertamenti, ma sembrano a questo punto escluse responsabilità esterne per il decesso

I carabinieri nella scuola Vittorio Emanuele Orlando

Una morte quasi certamente naturale, quella della piccola Marta Episcopo, deceduta mercoledì durante l'ora di educazione fisica ad appena 10 anni. E' questo il primo responso dell'autopsia che è stata eseguita qualche ora fa dalla professoressa Antonina Argo, alla quale il procuratore aggiunto Ennio Petrigni ed il sostituto Vincenzo Amico stamattina avevano affidato l'incarico.

Serviranno altri accertamenti, ma la piccola alunna della Vittorio Emanuele Orlando di via Lussemburgo quasi certamente è stata stroncata da un problema cardiaco. La sua famiglia ha dichiarato però che la bambina non soffriva di alcuna patologia. Da chiarire quindi se il decesso sia stato provocato da un malore improvviso o se legato ad un problema pregresso mai diagnosticato oppure non diagnosticabile. In ogni caso, da queste prime verifiche, è già possibile escludere la responsabilità penale: ciò che è accaduto a Marta, infatti, non si sarebbe potuto evitare in alcun modo.

Sin da subito i carabinieri avevano ipotizzato che la caduta della piccola durante l'ora di lezione non fosse stata la causa della sua morte: dall'ispezione cadaverica, infatti, non erano emersi segni e ferite sul corpo della bambina. Un'ipotesi che ora ha trovato in buona parte conferma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Nuovo Dpcm "spacca weekend" e spostamenti vietati: si cambia colore tra sabato e domenica?

  • Grida "mamma" e si accascia in cucina, morta bimba di 9 anni ad Acqua dei Corsari

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore: la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Musumeci chiede la zona rossa a Conte: "Altrimenti firmo io l'ordinanza"

  • La quindicenne costretta a prostituirsi: "Mi davano anche 150 euro a rapporto, ero un oggetto"

Torna su
PalermoToday è in caricamento