Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Il Moro affonda nel degrado, ma il Comune punta al recupero dell'ex Chimica Arenella

Nella zona davanti al mare, in quella che fu discoteca e ristorante, adesso dominano abbandono e incuria. L'amministrazione lavora a progetti con partnership per rilanciare tutto lo spazio, inclusa la vecchia fabbrica

Un tempio del divertimento piombato nel silenzio e nel degrado. A quasi 5 anni dall'ultima serata, di quel che fu il Moro, punto di riferimento della movida estiva palermitana, restano soltanto calcinacci.

L'area davanti al mare che fa parte del complesso dell'ex Chimica Arenella è in totale stato d'abbandono, come testimoniato dalle foto scattate da Toni Gagliano e pubblicate sul gruppo Facebook "Palermo Storica". Nonostante rifiuti, sfabbricidi e incuria, volgendo gli occhi al golfo di Palermo, resta quasi intatto lo splendore di un luogo dalle potenzialità enormi. Un gioiello che sì al momento ha smesso di luccicare, ma che il Comune sembra non aver dimenticato, almeno nelle intenzioni. Palazzo delle Aquile, infatti, ha iniziato a valutare una serie di percorsi per recuperare il bene.

Da discoteca a luogo di degrado

"C’è stato un tempo che nell’universo della movida palermitana - scrive Toni Gagliano su Facebook, postando il suo reportage fotografico - il Moro brillava più di tutti gli altri locali di genere, focalizzando l’attenzione di migliaia di giovani e non più giovani. Oltre ad essere una discoteca, era pure un ristorante e una pizzeria con la particolarità che d’estate si mangiava proprio sulla spiaggia prospiciente la vecchia Fabbrica Chimica dell’Arenella. Per anni è stato un luogo di ritrovo cult, a volte si facevano lunghe code per provare ad entrare e passarvi la serata. Nell’agosto del 2018, la discoteca venne sequestrata dai carabinieri perché, a seguito di un controllo, vi trovarono più di 400 persone in eccesso rispetto alla massima capienza permessa dalla licenza. La discoteca non fu più riaperta e pian piano la struttura è stata abbandonata e adesso versa nelle condizioni che potete osservare nelle mie foto".

Cosa è rimasto del Moro a 5 anni dall'ultima serata, le foto di Toni Gagliano

Il progetto del Comune per l'ex Chimica Arenella

Da allora, secondo quanto si apprende dall'assessore al Patrimonio, Andrea Mineo "il bene è tornato nelle disponibilità del Comune perché il concessionario vi ha rinunciato". Lo stesso Mineo, insieme al sindaco Roberto Lagalla e all'assessore alla Rigenerazione urbana Maurizio Carta, nello scorso ottobre ha effettuato un sopralluogo in quello spazio che un giorno, molto prima della discoteca Moro, fu una grossa fabbrica di acido citrico. "Dopo tanti tentativi sfortunati e velleitari - fa sapere Mineo - l'amministrazione sta lavorando al patrimonio comunale con concretezza, puntando alla redditività e alla valorizzazione attraverso partnership istituzionali per il recupero delle aree, tra queste anche l'ex Chimica Arenella".

Del progetto di rigenerazione delle aree dismesse e dei patrimoni comunali si sta occupando anche l'assessore Carta. "Nell'area dell'ex Chimica Arenella - spiega - ci sono problemi di inquinamento del suolo che dovranno essere prioritariamente risolte". Successivamente conclude l'assessore "l’intenzione è quella di un partenariato pubblico-privato per la localizzazione di funzioni sia di quartiere che di rango metropolitano".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Moro affonda nel degrado, ma il Comune punta al recupero dell'ex Chimica Arenella
PalermoToday è in caricamento