Montelepre, installato in una Torre un nuovo pianoforte: chi vorrà potrà suonarlo

La cittadina si candida a diventare "Il Paese della Musica". Il sindaco: "Vogliamo valorizzare i talenti locali, creare aggregazione e promuovere anche all’esterno le risorse della nostra comunità"

Il Comune installa in una Torre un nuovo pianoforte; chi vorrà potrà suonarlo. Accade a Montelepre, un paese da sempre a forte vocazione musicale, famoso per la sua “Festa Europea della Musica” organizzata ogni anno il 21 giugno, e che si candida a diventare “Il Paese della Musica”. L’architetto Maria Rita Crisci, sindaco del Comune di Montelepre, ha scelto di incoraggiare la fruizione del principale monumento architettonico del paese, la meravigliosa Torre Ventimiglia, dotando uno dei saloni della Torre del 1433 di un nuovo pianoforte digitale Yamaha, acquistato con fondi comunali. 

La Torre Ventimiglia è un bene fruibile ai cittadini ed ai visitatori ed è sede del Museo Civico Archeologico in cui sono custoditi i resti provenienti da sito di Manico di Quarara, con ogni probabilità l’antica città di Hyccara. L’installazione del pianoforte all’interno della Torre è un investimento economico di fondamentale importanza per una comunità come Montelepre, che è un paese con un’antica e sentita tradizione musicale.

Montelepre vanta, infatti, la presenza di una delle bande musicali più antiche della Sicilia e la presenza della scuola privata di musica, da anni gestita dall’Associazione Amadeus, e che negli ultimi anni ha vissuto uno dei suoi periodi più floridi grazie a delle donazioni da parte dell’imprenditore italo-canadese di origini monteleprine, Lino Saputo, padre di Joey Saputo, attuale presidente della squadra di calcio del Bologna. Vanta inoltre la presenza della scuola secondaria di I grado dell’Istituto scolastico Alessandro Manzoni ad indirizzo musicale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Montelepre è il paese di Sal Genovese, la leggenda del Sax, un sassofonista monteleprino di fama internazionale che è stato componente dell’orchestra musicale RAI ed è il paese di origine di Sonny Bono, famoso musicista americano del duo Sonny e Cher, e di numerosi talenti, professionisti della musica sparsi in Italia e nel mondo - si legge in una nota del Comune -. Inserire il pianoforte all’interno di una cornice architettonica come la Torre Ventimiglia rappresenta per la Sindaca Crisci e per l’Assessore alla Cultura ed al Turismo, Salvatore Purpura, un modo per fondere  musica, architettura e archeologia, beni culturali che appartengono alla storia dei monteleprini, per innovare i servizi all’interno della Torre e poter pianificare  un programma annuale di eventi e concerti musicali. Il primo evento del 2020 con il nuovo pianoforte è stato il concerto di musica da camera realizzato il 5 gennaio a Montelepre dal trio siciliano Choricoì. Il pianoforte resterà a disposizione dei musicisti che vorranno richiederne il suo utilizzo all’interno della Torre per eventi pubblici, saggi, concerti ed esibizioni. Per l’Amministrazione Crisci la collocazione di un nuovo pianoforte a disposizione di tutti può avere a Montelepre la capacità di valorizzare i talenti locali, creare aggregazione e promuovere anche all’esterno le risorse della nostra comunità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento