Cronaca

Brigadiere morto per sventare rapina, Isola delle Femmine gli intitola stazione dei carabinieri

Medaglia d’Oro al Valor Militare alla memoria, Antonio Enrico Monteleone morì il 28 novembre 1985 durante la colluttazione con dei rapinatori che avevano assaltato un ufficio postale. La cerimonia avverrà a distanza di 30 anni esatti

Domani, alle 10, nel trentesimo anniversario dell'eccidio, avrà luogo una cerimonia per l'intitolazione della stazione dei carabinieri di Isola delle Femmine al brigadiere Antonio Enrico Monteleone, medaglia d'oro al Valor Militare alla Memoria. Alla manifestazione presenzieranno il comandante Interregionale Carabinieri Culqualber, generale Riccardo Amato, il comandante della Legione Carabinieri Sicilia, generale Riccardo Galletta, il sindaco Stefano Bologna ed i familiari della vittima.

Monteleone era nato a Palermo, si arruolò ad appena 20 anni e a 36 fu trasferito a Isola delle Femmine. Un anno e mezzo dopo il trasferimento, il 28 novembre 1985, dopo aver accompagnato le figlie a scuola, giunto in caserma, aveva sentito squillare l’allarme collegato con l’ufficio postale poco distante dalla caserma. Si perecipitò di corsa per strada insieme ad un collega, e in pochi minuti arrivò davanti all’ufficio postale dove i malviventi avevano appena completato la rapina e stavano per darsi alla fuga facendosi scudo con alcuni clienti presi in ostaggio. Di fronte ai rapinatori, Monteleone si rifiutò di consegnare l’arma d’ordinanza e si scagliò contro i malviventi ingaggiando una violenta colluttazione durante la quale fu raggiunto al cuore da un colpo di pistola. Monteleone si arrese in ospedale dopo qualche ora di agonia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brigadiere morto per sventare rapina, Isola delle Femmine gli intitola stazione dei carabinieri

PalermoToday è in caricamento