rotate-mobile
Cronaca

Identificato il cadavere trovato su Monte Pellegrino: è del 34enne scomparso tre giorni fa

Andrea Capobianco era partito da Caltanissetta alla volta di Palermo e di lui si erano perse le tracce. Le ricerche erano iniziate dopo l'appello del fratello. Ieri sera il tragico ritrovamento del suo corpo senza vita vicino al santuario di Santa Rosalia. Disposta l'autopsia per chiarire le cause della morte

Ora dopo ora le speranze si sono affievolite sino a quando il suo corpo, recuperato in una scarpata vicino al santuario, non è stato portato in obitorio dove poi è stato riconosciuto fra le lacrime dai familiari. Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche di Andrea Capobianco, il 34enne del quale i familiari avevano denunciato due giorni fa la scomparsa dopo l’allontanamento da Caltanissetta. Era suo il cadavere individuato ieri in un punto impervio Monte Pellegrino, a circa 20 metri dal belvedere. Disposta l’autopsia per chiarire le cause del decesso.

Del 34enne si erano perse le tracce due giorni fa e già da quel pomeriggio pare che il suo telefono risultasse irraggiungibile. L’ultimo messaggio lo avrebbe mandato al fratello Antonio, dicendogli che avrebbe raggiunto Palermo, forse in treno. I familiari, temendo che potesse trovarsi in pericolo, hanno lanciato un appello tramite i social chiedendo a tutti di collaborare nelle ricerche e rivolgendosi anche alla redazione del programma "Chi l’ha visto?". La polizia, raccolta la denuncia, ha avviato le ricerche a Palermo utilizzando l’unico dato praticamente disponibile.

Gli investigatori hanno infatti rintracciato l’ultima cella agganciata dal cellulare di Capobianco dalle parti di via Sferracavallo. La questura ha inviato un elicottero che ieri mattina ha iniziato a sorvolare la zona per individuare il giovane. Lentamente il raggio delle ricerche è stato esteso sino a Monte Pellegrino e alla zona del Santuario. Dopo ore il personale del Soccorso alpino, richiesto dalla polizia, ha individuato quello che, a distanza, sembrava il corpo di un uomo ormai privo di vita.

I tecnici si sono calati in una scarpata e, dopo l’autorizzazione del pm, hanno recuperato il cadavere riportandolo nel piazzale vicino alla statua della Santuzza. Il corpo del 34enne è stato quindi trasferito nell’obitorio del Policlinico per gli accertamenti del medico legale. Il magistrato, alla luce degli elementi acquisiti, ha deciso di disporre l’autopsia che, con ogni probabilità, potrebbe essere eseguita già oggi all’Istituto di medicina legale. Solo così sarà possibile stabilire con certezza la causa del decesso e chiarire se la morte del giovane sia riconducibile alla sua volontà di togliersi la vita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificato il cadavere trovato su Monte Pellegrino: è del 34enne scomparso tre giorni fa

PalermoToday è in caricamento