Monte Pellegrino, rimangono incastrati con le corde: 2 scalatori salvati dai vigili del fuoco

Il pronto intervento di una squadra del nucleo Saf (Speleo alpino fluviale) ha evitato il peggio. I due scalatori sono stati liberati e condotti a terra

L'intervento dei vigili del fuoco del Saf

Rimangono incastrati con le corde tra le rocce mentre scalano una parete del Monte Pellegrino. Grazie al pronto intervento dei vigili del fuoco però due scalatori sono stati soccorsi e portati in salvo. Erano bloccati a 400 metri d'altezza.

Ad evitare il peggio ci ha pensato il nucleo Saf (Speleo alpino fluviale) che li ha raggiunti con un mezzo all'altezza di uno dei primi tornanti di via Monte Ercta. La squadra del 115 si è arrampicata e ha raggiunto i due escursionisti, liberati e condotti a terra dopo questa disavventura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento