Monte Jato, organizzano escursione notturna ma si perdono tra i sentieri: salvate due ragazzine

Le adolescenti erano in compagnia di alcuni amici, ma hanno perso di vista il gruppo e si sono ritrovate in una zona impervia. In loro soccorso sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco

I vigili del fuoco durante le ricerche

Brutta avventura la notte scorsa per due ragazzine, che avevano deciso di trascorrere la vigilia del 25 aprile facendo un'escursione con alcuni amici sul Monte Jato tra San Cipirello e San Giuseppe Jato. Le due, entrambe quindicenni, hanno perso di vista il gruppo e hanno imboccato un sentiero sbagliato. In pochi attimi hanno perso il senso dell'orientamento finendo in una zona impervia. Una volta lanciato l'Sos si è attivata la macchina dei soccorsi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intorno all'una i carabinieri hanno allertato i vigili del fuoco, che hanno inviato sul posto gli uomini della Tas (Topografia applicata al soccorso) e del nucleo Saf (Speleo alpino fluviale). I soccorritori hanno localizzato i telefoni delle due ragazzine e le hanno raggiunte. Una volta al sicuro sono state riaffidate ai genitori che nel frattempo erano giunti sul posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Musumeci: "Un esercito di medici per contrastare il Covid"

  • Omicidio a Camporeale, colpi di pistola in piazza: morto un ragazzo di 26 anni

  • Ordinanza di Orlando, divieti non solo in centro: "Ecco le strade dove non ci si potrà fermare"

  • Le mosse anti Covid di Orlando: nessun coprifuoco ma divieto di sostare in strada

  • Maestra positiva al Covid e classe d'asilo in quarantena, i genitori: "Comunicazione arrivata tardi"

  • Gli insulti, la sparatoria in piazza e la chiamata al 112: "Questa è l'arma con cui l'ho ucciso"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento