Libro del XVI secolo torna a Monreale, ritrovato dopo 32 anni dal furto

I carabinieri del comando tutela patrimonio culturale lo hanno restituito alla biblioteca "Ludovico II De Torres" del seminario arcivescovile, da dove era sparito nel 1987. Si tratta del prezioso libro Heron Mechanicus seu De Mechanicis artibus atq disciplinis

Nel 1987 era sparito misteriosamente dalla biblioteca “Ludovico II De Torres” del seminario arcivescovile di Monreale e oggi è tornato "a casa". I carabinieri carabinieri del comando tutela patrimonio culturale (Tpc) di Torino e Palermo, al termine di un’indagine coordinata dalla Procura di Torino, hanno restituito a monsignor Giuseppe Ruggirello, direttore della biblioteca, il prezioso libro dal titolo Heron Mechanicus seu De Mechanicis artibus atq disciplini risalente al 1580 e riportante sul frontespizio la manoscrittura “L. Archiepisc. Montisregal”.

Le indagini sono iniziate dopo i controlli svolti dai carabinieri di Torino presso le librerie antiquarie del territorio, dove il volume è stato individuato. "Il recupero - spiegano dall'Arma - è frutto del costante monitoraggio del mercato antiquariale. In particolare, confrontando le immagini del volume con quelle contenute nella banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal comando carabinieri tutela patrimonio culturale, nonché i successivi accertamenti svolti dal Nucleo Tpc di Palermo hanno permesso di confermare che si trattava proprio dell’importante libro asportato ai danni della biblioteca arcivescovile".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La biblioteca è stata fondata nel 1590 contestualmente all’istituzione del seminario arcivescovile di Monreale a opera del cardinale Ludovico II De Torres. Sui suoi libri si trovano ancora oggi delle annotazioni manoscritte con la nota di possesso in testa al frontespizio: “Don L. De Torres”, “L. Archiepisc. Montisregal”, “L. Archiep.° di Monr.le”, “L. Arcivesc.° di Monr.le”. I libri, contrassegnati con la firma del cardinale De Torres, sono di esclusiva pertinenza della sua biblioteca, trasferita da Roma a Monreale nel 1591 con Bolla pontificia di Papa Clemente VIII che ne stabiliva la loro inalienabilità a pena di scomunica.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "re del pollo fritto" arriva a Palermo, apre il colosso Kfc: 40 nuovi posti di lavoro

  • Stretta anti covid, ecco l'ordinanza: mascherine all'aperto, divieto di stazionare in strada

  • Virus, verso una nuova ordinanza: mascherine obbligatorie all'aperto e stretta sulla movida

  • Pizzaiolo positivo al Coronavirus, chiuso lo storico panificio Graziano

  • Giorgia Davì, la baby modella che porta un po' di Palermo alla Milano Fashion Week

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento