menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minaccia i familiari con una motosega Attimi da film horror a Monreale

Protagonista un giovane muratore di 25 anni che ha iniziato ad inveire contro la madre e la nonna con frasi come "sono Gesù", "ho sete di sangue". L'intervento dei carabinieri ha evitato il peggio

Una vera e propria scena da film horror ieri in una casa di Monreale. Un giovane muratore di 25 anni, G.T., tornato a casa completamente ubriaco ha preso una motosega e ha iniziato a minacciare i propri familiari. Solo l'intervento dei carabinieri ha evitato il peggio.

Secondo quanto ricostruito dai militari intervenuti nell’appartamento in via Provinciale, il muratore, rientrato a casa dopo cena e non trovando un personal computer, secondo lui nascosto dal fratello, è andato su tutte le furie. Avrebbe così iniziato a inveire contro la madre, la nonna e gli altri congiunti dicendo “sono Gesù”, “vi ammazzo tutti”, “ho sete di sangue”.

Dalle minacce è poi passato ai fatti, picchiando chiunque cercasse di portarlo alla calma. Solo dopo diversi minuti il fratello è riuscito a cacciarlo di casa. Ma dopo pochi minuti, la calma è stata interrotta dal frastuono di una motosega, con cui il giovane ha squarciato la porta d'ingresso dell'abitazione. L'intervento dei carabinieri ha impedito al giovane di portare a compimento il folle proposito. Dopo una breve fuga, il 25enne è stato raggiunto dai militari, che lo hanno arrestato per tentato omicidio plurimo. Per i suoi congiunti solo contusioni ed escoriazioni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento